Sennheiser PXC 550 Recensione

Sennheiser PXC 550

Le Sennheiser PXC 550 sono allo stesso tempo una delle paia di cuffie più comode e divertenti che abbiamo mai usato, e anche le più esasperanti. Fanno così tante cose bene, eppure sono soggette ad alcune scelte di design bizzarre e problemi tecnici. È come se un gruppo di ingegneri di Sennheiser stesse facendo un brainstorming e nessuno potesse essere completamente d’accordo sulla qualità delle loro idee, quindi hanno deciso di fare assolutamente tutto. In questa recensione, analizziamo il suono, il design, il comfort e la vestibilità, la confezione e gli accessori, le specifiche e altro ancora dei Sennheiser PXC 550. Per vedere le alternative, leggi il nostro elenco delle migliori cuffie.

Sennheiser PXC 550

Suono:
High-End (alti) e medi
Sennheiser sa di cosa si tratta con l’audio e, fortunatamente, i Sennheiser PXC 550 non fanno eccezione. I medi sembravano presenti senza essere travolgenti e gli alti avevano un discreto livello di dettaglio e chiarezza. Elementi di canzoni come voci, violini e chitarre sembravano puliti e naturali e, indipendentemente dal genere che abbiamo testato, non abbiamo mai pensato che la qualità del suono sarebbe diventata faticosa.

Anche se non pensiamo che suonino così bene come l’assolutamente superlativo HD1 Wireless dell’azienda (recensione completa qui), fanno comunque un lavoro fenomenale. Se sei interessato agli HD1, li abbiamo visti scendere effettivamente al di sotto del prezzo dei $ 344 Sennheiser PXC 550 e, se ciò accadesse, li sceglieremmo sicuramente per primi.

Le cuffie Sennheiser PXC 550 | L’interruttore principale
Le cuffie Sennheiser PXC 550 | L’interruttore principale
Low-End (bassi)
Il suono è ricco, potente e profondo, con una particolare consistenza dei bassi che abbiamo trovato avvincente.

Anche se certamente non era un abbinamento per cuffie di fascia alta, ci siamo sentiti come se il basso ci stesse dando una quantità di dettagli maggiore del normale, con un livello di estensione decente – con questo intendiamo, scende a un livello significativamente basso a frequenza (17Hz) per fornire bassi potenti.

Sennheiser PXC 550

È interessante notare che non è così basso come altre cuffie sul mercato, come Bowers & Wilkins PX, che scendono a 10Hz, ma non è radicalmente diverso e in alcuni casi lo chiameremmo addirittura superiore. Il PX, a proposito, costa $ 400, circa $ 50 in più rispetto al Sennheiser PXC 550.

Ci piacciono molto le piccole linee di prese d’aria del microfono sulle coppe | L’interruttore principale
Ci piacciono molto le piccole linee di prese d’aria del microfono sulle coppe | L’interruttore principale
App e durata della batteria


La funzione Soundcheck sull’app Captune, che ti consente di testare A / B varie curve di equalizzazione per ottenere il tuo suono preferito, funziona perfettamente. È un sistema intuitivo e intelligente e fa un ottimo lavoro non solo dandoti il ​​suono che desideri, ma facendoti sentire intelligente per ottenerlo. Questo è un bel risultato, anche se in realtà non ti stai impegnando molto.

Lo confrontiamo molto favorevolmente con un altro paio di cuffie wireless, i Nuraphones (recensione completa qui). Quelli possono avere una personalizzazione del suono leggermente più avanzata, ma sono anche più costosi, a $ 399 al prezzo attuale del Sennheiser PXC 550 di $ 344.

Sennheiser PXC 550

Design
Disponibili in nero, le cuffie Sennheiser PXC 550 -II hanno una finitura opaca con accenti in similpelle sull’archetto e sui padiglioni circumaurali (over-the-ear). Ci sono controlli sensibili al tocco sui pannelli esterni dei padiglioni, ma non lo sapresti dal guardare, poiché i pannelli sono vuoti. I padiglioni stessi sono a forma di orecchio, il che consente una vestibilità aderente e sicura che blocca passivamente una discreta quantità di rumore ambientale.

I padiglioni sono abbastanza comodi, anche se a volte si sentivano un po ‘stretti intorno all’orecchio e, nonostante le regolazioni, potevo sentire una pressione aggiuntiva dall’archetto. Questo non vuol dire che la vestibilità sia scomoda – l’imbottitura è generosa – ma è possibile indossare le cuffie in un modo che eserciti una pressione maggiore di quella ideale, e ottenere la giusta vestibilità ha richiesto un po ‘più di sforzo di quanto normalmente mi serva.

Vale anche la pena menzionare le varie modalità che puoi cambiare utilizzando l’app o il pulsante dedicato sulle cuffie stesse. Le modalità Club, Film, Discorso e Regista sono tutte relativamente autoesplicative e, sebbene non possiamo vederci passare da una all’altra così spesso (a meno che non stessimo guardando un film o qualcosa del genere), fanno un lavoro ragionevole. Anche la durata della batteria era buona: siamo riusciti a spremere quindici ore con una carica, il che è stato molto gradito. Questo è più delle dodici ore che abbiamo gestito con V-Moda Crossfade 2 (recensione completa qui) – che, al momento in cui scrivo, erano in realtà più costosi dei Sennheiser PXC 550.

Sennheiser PXC 550

Che cos’è l’eliminazione attiva del rumore?
Le cuffie con cancellazione del rumore funzionano identificando le frequenze del rumore al di fuori delle cuffie e creando le frequenze esattamente opposte. Le due serie di frequenze si annullano a vicenda, quindi il cervello pensa che non sia presente alcun rumore.

Man mano che ciò accade, ci sarà sempre un effetto “rumore bianco” molto basso. Questo “rumore bianco” di basso livello è considerato silenzioso perché la maggior parte delle persone è abituata ad avere rumore di fondo presente nella vita di tutti i giorni così spesso non si rende nemmeno conto che questo “rumore bianco” è presente. Se il tuo udito è molto sintonizzato potresti essere più consapevole di questo “rumore bianco”, tuttavia se l’audio è presente nelle cuffie, il “rumore bianco” è completamente coperto e di solito non viene rilevato dall’orecchio umano.

Guarda questo video (http://www.youtube.com/watch?v=1EwkaRvIduw) che mostra alcuni dei nostri modelli di eliminazione del rumore in azione. Il modello mostrato può essere diverso ma il concetto è lo stesso.

NOTA: la cancellazione del rumore è più efficace per frequenze ripetitive di basso livello (come il rumore del motore) ma non bloccherà le frequenze di livello più alto (come le persone che parlano) tanto quanto queste frequenze sono necessarie per consentire al suono di funzionare nelle cuffie.

Sennheiser PXC 550 Cuffia Wireless da Viaggio...
4.960 Recensioni
Sennheiser PXC 550 Cuffia Wireless da Viaggio...
  • Wireless, leggera, confortevole e pieghevole per la miglior esperienza di viaggio
  • Libertà di viaggiare senza limiti

Come posso ottenere la migliore portata di trasmissione dalle mie cuffie wireless?
Sebbene il raggio di trasmissione complessivo per le cuffie wireless sia determinato principalmente dalla tecnologia wireless utilizzata dal singolo prodotto di cuffie wireless, esistono molteplici fattori esterni (come ostacoli, potenza del segnale audio, congestione del segnale wireless, ecc.) Che possono influenzare il raggio di trasmissione del segnale wireless di cuffie wireless.

Gli ostacoli sono uno dei principali fattori che possono influenzare il raggio di trasmissione del segnale wireless. Sebbene il segnale wireless (ad eccezione dei segnali a infrarossi) possa passare attraverso ostacoli (come i muri) alla fine la portata sarà influenzata (probabilmente ridotta) dal passaggio attraverso questi ostacoli e più è denso l’ostacolo, maggiore sarà l’effetto sul segnale. Ad esempio, un segnale che passa attraverso una finestra di vetro non sarà influenzato molto mentre un segnale che passa attraverso un muro di cemento sarà influenzato molto più fortemente. Avere una chiara linea di vista fornisce la migliore portata di trasmissione.

Sennheiser PXC 550

Il segnale audio in uscita dalla sorgente audio al trasmettitore delle cuffie è un altro fattore chiave nel raggio di trasmissione. Un segnale audio più debole che entra nel trasmettitore significa che il trasmettitore ha un segnale più debole con cui lavorare che può a sua volta ridurre la forza di trasmissione che alla fine influisce sulla portata. Assicurati che la tua sorgente audio stia trasmettendo il miglior segnale possibile per il trasmettitore.

Cos’è A2DP e cosa fa?
A2DP (Advanced Audio Distribution Profile) è un profilo Bluetooth che definisce il modo in cui l’audio multimediale può essere trasmesso in streaming da un dispositivo a un altro tramite una connessione Bluetooth.

La maggior parte delle cuffie Bluetooth Sennheiser utilizza il profilo A2DP in quanto consente la migliore trasmissione audio tramite Bluetooth, fornendo quindi il miglior audio nelle cuffie. Sennheiser PXC 550

NOTA: se il dispositivo a cui ci si collega non supporta A2DP, potrebbero esserci problemi di connettività tra l’unità Sennheiser e il dispositivo. In situazioni come questa, la maggior parte dei produttori di chipset Bluetooth offre aggiornamenti del firmware al chip Bluetooth per consentire l’utilizzo del profilo A2DP. Sennheiser PXC 550

Prestazione
L’interruttore ANC fornisce tre modalità: massima, impostazione utente o disattivata. L’impostazione dell’utente è in realtà solo una scelta tra l’ANC standard o un’impostazione ANC anti-vento. Nella modalità massima, le cuffie sono abbastanza efficaci: non si nota alcun sibilo aggiunto, anche quando si utilizza l’ANC in una stanza silenziosa.

Oltre a ciò, il circuito riduce in modo abbastanza drammatico un’ampia gamma di frequenze. In termini di pura efficacia, dovremmo metterli vicino al top della categoria, dopo le Bose Noise Cancelling Headphones 700, ma prima di molti altri testiamo. Il circuito funziona molto bene con il rombo a bassa frequenza, come si sente su treni e aerei, ma fa anche un buon lavoro con la voce umana, o rumori generali dell’ufficio come i tocchi della tastiera. Anche l’ANC sembra avere poco o nessun effetto sulla firma del suono, il che non è sempre il caso. Sennheiser PXC 550

Sennheiser PXC 550

L’impostazione anti-vento è utile se ti capita di indossare le cuffie all’aperto in una giornata ventosa, ma abbiamo riscontrato che l’impostazione principale dell’ANC massimo è di gran lunga la più efficace. La modalità adattiva utilizza meno ANC in ambienti silenziosi e di più quando in un ambiente rumoroso, mentre Maximum va semplicemente ANC a livello completo tutto il tempo. La differenza in una stanza relativamente silenziosa è notevole: Max ANC riduce le cose più della modalità Adaptive. Sennheiser PXC 550

Sennheiser PXC 550-II

L’array di microfoni MEMS offre una solida intelligibilità. Utilizzando l’app Memo vocali su un iPhone 8, abbiamo potuto capire ogni parola che abbiamo registrato. C’era ancora il tipico fuzz Bluetooth attorno ai bordi, ma il segnale era forte e nitido e decisamente migliore della media per i microfoni per cuffie Bluetooth che abbiamo testato. Sennheiser PXC 550

Internamente, ciascun padiglione auricolare ospita driver dinamici da 32 mm che offrono una gamma di frequenza da 17 Hz a 23 kHz. Un aspetto notevole delle prestazioni audio del Sennheiser PXC 550 -II è che le cuffie non diventano molto rumorose. Questo non è un problema: i driver forniscono certamente una potenza sufficiente, ma al massimo volume su un iPhone 8, l’audio non era così potente come spesso lo è su altre cuffie che testiamo. Ma il fatto è che la maggior parte delle altre cuffie diventa troppo rumorosa. Sennheiser PXC 550

In modalità Neutral su tracce con un intenso contenuto di sub-bassi, come “Silent Shout” di The Knife, le cuffie offrono una potente risposta alle basse frequenze. Ai massimi livelli di volume, non c’è distorsione e a volumi più moderati, i bassi si sentono ancora robusti mentre gli alti sono nitidi e luminosi.

Storia correlata Guarda come testiamo le cuffie
“Drover” di Bill Callahan, una traccia con bassi molto meno profondi nel mix, ci dà un’idea migliore della firma sonora generale del Sennheiser PXC 550 -II. La batteria di questa traccia ha una profondità di basso extra, ma niente di eccezionale: hanno una piacevole rotondità.

C’è un notevole incremento negli acuti e negli alti che non tutti adoreranno: conferisce alla voce di Callahan un po ‘di nitidezza extra e un po’ di luminosità aggiunta alle corde della chitarra, ma a volte può anche far sembrare le cose un po ‘eccessivamente scolpite. C’è un eccellente equilibrio tra i bassi e gli alti, ma la firma del suono è decisamente più scolpita che piatta.

In “No Church in the Wild” di Jay-Z e Kanye West, il loop di grancassa riceve una presenza di frequenze medio-alte sufficiente affinché il suo attacco mantenga la sua incisività, ma anche il crepitio e il sibilo del vinile attirano la tua attenzione: gli alti sono notevolmente aumentati. I colpi di sintetizzatore sub-basso che punteggiano il ritmo vengono forniti con gusto, ma non il tipo di profondità folle che i veri fanatici del basso cercheranno.

C’è scolpire su tutta la gamma di frequenze qui, ma i bassi non minacciano mai di superare l’equilibrio del mix. Le parti vocali di questa traccia sono fornite con eccellente chiarezza, anche se c’è forse un tocco di sibilante aggiunto qua e là.

Le tracce orchestrali, come la scena di apertura de Il Vangelo secondo l’altra Maria di John Adams, suonano in modo eccellente con il Sennheiser PXC 550. La strumentazione del registro inferiore ha una presenza robusta e ricca nel mix, ma non suona innaturalmente potenziata, mentre gli ottoni, gli archi e le voci del registro superiore hanno un bordo nitido e brillante. Ancora una volta, questa non è necessariamente la firma del suono più piatta e accurata, ma il potenziamento e la scultura sono eseguiti con gusto in modo da non turbare l’equilibrio generale.

La Sennheiser PXC 550 ha varie modalità audio | L’interruttore principale
La Sennheiser PXC 550 ha varie modalità audio | L’interruttore principale
Cancellazione del rumore e Bluetooth
Anche la cancellazione attiva del rumore è buona. Giocare con il pulsante sul lato della tazza destra ti offre tre modalità: off, full o mid-way, con l’impostazione che può essere regolata tramite l’app.

Abbiamo preferito in pieno il nostro e siamo lieti di annunciare che ci ha avvolti in un piacevole silenzio. Continuiamo a pensare che la cancellazione del Bose Quietcomfort 35 II sia superiore, ma poi di nuovo, questa è la loro specialità. Costano $ 349 al momento della scrittura, solo leggermente più costosi dei Sennheiser PXC 550, se si desidera verificarli.

Ci è piaciuta molto anche la funzione di doppio tocco: colpisci due volte la tazza giusta e la musica si ferma insieme alla cancellazione del rumore, sostituendoli con il suono del mondo esterno, convogliato attraverso i microfoni incorporati. Non corrisponde esattamente alle vecchie cuffie Parrot Zik 3, che avevano funzionalità simili, ma l’implementazione qui è molto migliore.

Sfortunatamente, questo non ci ha impedito di avere alcune frustrazioni con il Bluetooth. Continuavamo a soffrire di periodi di abbandono, che sembravano avvenire in modo casuale indipendentemente dal dispositivo che stavamo utilizzando e in tutte le circostanze. Riconosciamo che questo non è un problema replicabile: non possiamo produrlo a nostro piacimento e non possiamo dire con autorità che non dipende da una particolare impostazione

sui nostri dispositivi. Ma è ancora una preoccupante bandiera rossa.

Sennheiser PXC 550 Cuffia Wireless da Viaggio...
4.960 Recensioni
Sennheiser PXC 550 Cuffia Wireless da Viaggio...
  • Wireless, leggera, confortevole e pieghevole per la miglior esperienza di viaggio
  • Libertà di viaggiare senza limiti

Il suono è ricco, potente e profondo | L’interruttore principale
Il suono è ricco, potente e profondo | L’interruttore principale
Design:
Aspetto e qualità costruttiva
A volte sembra che Sennheiser sia un’azienda che crede che consentire a qualsiasi colore diverso dal nero, grigio scuro, argento e forse un blu marino di buon gusto sulle loro cuffie sia il massimo della licenziosità. Le cuffie stesse sono costruite bene, anche se non spettacolari. Custodia in plastica, con un anello d’argento all’esterno. Cerchietto in pelle. Padiglioni in pelle.

Design pieghevole e portatile. Indicatore di durata della batteria a LED. Tutti perfettamente funzionali, comodi e di facile utilizzo. Niente che l’azienda non abbia fatto prima, ma si ha un’idea del pensiero qui la prima volta che si accendono le cuffie, ruotando le coppe di novanta gradi da una posizione piatta. C’è un piacevole clic, una voce femminile che dice “Accendi” e sei via.

Disattivarli è semplice come fare clic di nuovo nell’altra direzione. È un sistema ponderato, intuitivo, molto utile e che non abbiamo visto usato su altre cuffie, né prima né dopo. L’accoppiamento del telefono tramite Bluetooth (c’è un cavo se si desidera risparmiare la batteria) è stato il lavoro di pochi istanti e in poco tempo eravamo pronti per partire.

App Sennheiser PXC 550 | L’interruttore principale
App Sennheiser PXC 550 | L’interruttore principale

controlli
Puoi controllare la tua musica e le tue chiamate toccando il padiglione auricolare destro. Nella maggior parte dei casi, funziona bene, ma c’è un notevole ritardo tra il tocco e il riconoscimento del comando e l’abbassamento del volume sembrava stranamente impreciso.

C’è anche la questione dei controlli esterni stessi. Sennheiser include non uno, ma tre pulsanti separati al di fuori dei controlli touch, tutti relativi a una funzione diversa. Il pulsante Bluetooth lo possiamo capire, anche se abbiamo sempre dovuto impiegare qualche secondo per cercarlo (è nascosto sotto il cardine sul lato destro). Ma non siamo in grado di comprendere i controlli per la cancellazione attiva del rumore e per cambiare le varie modalità audio.

Perché ci sono? Qual è il loro scopo? Sennheiser incorpora già un’app eccellente, la già citata Captune, e sembra avere molto più senso includere queste opzioni lì. Abbiamo capito che forse volevano rendere le cose semplici, in modo da poter controllare ogni aspetto delle lattine senza dover tirare fuori il telefono, ma la maggior parte delle persone giocherà con questi pulsanti una volta e non li toccherà mai più.

Dopo aver selezionato il tipo di cancellazione del rumore che preferisci e il tipo di preimpostazione del suono che preferisci, è improbabile che tu li modifichi. I pulsanti non influiscono sull’esperienza, ma complicano inutilmente un paio di cuffie che avrebbero dovuto essere relativamente semplici da capire. Confronta questi con qualcosa come l’eccezionale Sony WH-1000XM2 – che non solo ha controlli migliori rispetto al Sennheiser PXC 550, ma ha anche praticamente lo stesso prezzo, a $ 348 – e inizi a chiederti perché queste cuffie sono state vendute così come hanno.

Le Sennheiser Sennheiser PXC 550 erano comode da indossare per lunghi periodi di tempo | L’interruttore principale
Comfort e vestibilità:
padiglioni
I Sennheiser PXC 550 potrebbero avere problemi con il design e i comandi, ma il loro comfort e vestibilità sono eccezionali. In gran parte, questo è dovuto alle enormi tazze: gigantesche gocce di schiuma avvolte in morbida pelle, che avvolgono le orecchie senza pizzicarle, anche sulle nostre enormi anse.

Queste coppe significavano che le cuffie erano molto comode da indossare per lunghi periodi di tempo, il che è assolutamente essenziale quando si tratta di cuffie che porti con te nel mondo. Il massimo dei voti qui.

Archetto e pressione di serraggio
Il cinturino non è spesso quanto i padiglioni auricolari, ma è altrettanto soffice, con la morbida pelle che crea una pressione molto leggera sulla parte superiore della testa. Sebbene queste non siano le cuffie più comode che abbiamo mai testato (quelle sarebbero le incredibili cuffie Beyerdynamic Amiron Home, che abbiamo recensito qui), sono ragionevolmente leggere, a poco più di otto once. Quel peso leggero, insieme a una pressione di serraggio facile, significava che non avevamo problemi a indossarli.

I Sennheiser PXC 550 sono dotati di una custodia con cerniera molto intelligente | L’interruttore principale

Accessori e confezione:
Le lattine stesse vengono fornite in una custodia semirigida con cerniera insignificante, con un’utile custodia per riporre il viaggio e adattatori da 6,3 mm e il cavo di ricarica USB.

E già che siamo in argomento: il manuale. Buon Dio, il manuale. Di solito non ci soffermiamo sull’argomento, perché i manuali sono noiosi, ma queste cuffie avevano così tante funzioni diverse che abbiamo dovuto utilizzarle ed è semplicemente orribile. Un poster pieghevole pieno di blocchi di informazioni densamente imballati in più lingue che ancora in qualche modo finisce per essere incomprensibile, nonostante i numerosi grafici utili. Se hai intenzione di fare un paio di cuffie questo complica

ted, allora ti conviene trovare un modo intelligibile per dimostrare come funzionano.

Il design non è affascinante, ma funziona | L’interruttore principale

Cosa ci piace:
Le cuffie wireless Sennheiser PXC 550 hanno un suono eccellente, molto meglio di quanto ci aspettassimo, in particolare nella fascia bassa.
Sono convenienti e offrono alcune idee interessanti, come accendere le cuffie ruotando le coppe.
Il prezzo al momento della scrittura è molto ragionevole e competitivo con altre cuffie wireless leader.

Cosa non facciamo:
I controlli per i Sennheiser PXC 550 sembrano goffi e ingestibili, e pensiamo che Sennheiser avrebbe potuto riflettere molto di più qui.
Il design funziona abbastanza bene, ma sembra molto triste.
Ci sono, per dirla francamente, molte cuffie in questa fascia di prezzo che sono molto migliori. Puoi vedere alcuni esempi di questi di seguito.

La competizione:
Questa fascia di prezzo ($ 300- $ 400) è assolutamente impilata con le cuffie con cui il Sennheiser PXC 550 può competere. Sfortunatamente, in molti casi, risulta il secondo migliore. Confrontandoli con il Sony WH-1000XM2 ci sono mele e arance; le Sonys sono solo un pochino più costose delle Sennheiser, a $ 348, ma offrono molto di più. I controlli, la cancellazione del rumore e la qualità complessiva del suono sono solo anni luce avanti. Il nostro verdetto qui è semplice: acquista le cuffie Sony.

Un modello con cui i Sennheiser PXC 550 riescono a competere facilmente sono le cuffie Bose Quietcomfort 35 II. Mentre i Bose li hanno facilmente battuti sul fronte della cancellazione del rumore, il Sennheiser PXC 550 riesce a produrre un suono molto migliore. Se la qualità audio è importante per te e se ti piacciono particolarmente i brani un po ‘più pesanti, allora ti consigliamo i Sennheiser al posto del Bose. Prendi quest’ultimo se vuoi bloccare il mondo. Anche loro sono solo leggermente più costosi del modello Sennheiser, a $ 349.

Le Bowers & Wilkins PX sono un paio di cuffie incredibili, ma dovrai essere pronto a spendere un po ‘di più | L’interruttore principale
Il Bowers & Wilkins PX è un paio di cuffie incredibile, ma dovrai essere pronto a spendere un po ‘di più | L’interruttore principale
E a proposito di costosi: se vuoi guardare qualcosa di fascia alta di gamma, una scelta facile sono le cuffie Bowers & Wilkins PX.

Sono un paio di lattine assolutamente bellissime che sono tra le prime cinque cuffie disponibili in questo momento, secondo noi. Offrono una cancellazione superlativa e funzionalità wireless, oltre a un suono elegante e raffinato – meno pesante sulla fascia bassa rispetto ai Sennheiser, ma comunque molto buono. Possono essere acquistati per $ 400.

Infine, uno dei problemi maggiori che ha il Sennheiser PXC 550 è che Sennheiser stesso produce cuffie che sono molto migliori. Caso in questione: l’HD1 Wireless, che è semplicemente sbalorditivo. Sono un po ‘vecchi ora e potrebbero probabilmente utilizzare un aggiornamento ad un certo punto, ma rimangono un paio di cuffie wireless superbe. Attenzione, però: abbiamo visto il loro prezzo fluttuare e sono arrivati ​​sia più costosi che più economici rispetto ai Sennheiser PXC 550. Se vuoi provarli – e dovresti davvero – assicurati di guardarti intorno per ottenere un buon affare

Sennheiser PXC 550 Cuffia Wireless da Viaggio...
4.960 Recensioni
Sennheiser PXC 550 Cuffia Wireless da Viaggio...
  • Wireless, leggera, confortevole e pieghevole per la miglior esperienza di viaggio
  • Libertà di viaggiare senza limiti

Lo Staff consiglia di leggere anche:

I Best Sellers secondo gli utenti Amazon: