Recensione Honor 20 Pro

Molto più economico dell’Huawei P30 Pro

Ufficializzato alla fine di maggio, l’Honor 20 Pro ha incontrato alcune difficoltà per essere finalmente commercializzato. La colpa sta nel complicato pasticcio che Honor sta affrontando riguardo alla decisione del governo americano e al suo decreto di vietare alle sue società di condividere le proprie tecnologie di telecomunicazioni con società straniere “a rischio”. In attesa di un possibile accordo, Honor è comunque riuscito a ottenere la certificazione di Google per Honor 20 Pro, alla fine.

L’Honor 20 Pro è stato lanciato nel Regno Unito il 1 ° agosto con 8 GB di RAM e 256 GB di memoria interna. L’Honor 20 Pro è disponibile in Phantom Black e Phantom Blue. Il suo prezzo? £ 549! Certamente è più economico di molti dei suoi concorrenti (almeno il prezzo base) ma è anche la prima volta che Honor sale così in alto. Inoltre, con questo lancio ritardato, l’Honor 20 Pro compete anche con dispositivi come il Galaxy S10, che ha visto il suo prezzo scendere in modo significativo. Insomma, quest’anno la concorrenza è dura.

Se ti piace più economico, puoi ottenere l’Honor 20 che costa circa 100 sterline in meno. Tuttavia, ci sono alcune differenze nella fotocamera e nella memoria. Puoi anche optare per Honor 20 Lite che è stato introdotto prima dei due nuovi modelli.

Tecniche speciali per un design chic

Honor, come Huawei, attribuisce grande importanza al design e ai colori accattivanti. L’Honor 20 Pro non fa eccezione e nasconde la sua tecnologia in un case molto elegante. Honor ha chiamato il design “Dynamic Holographic Design”. Il produttore ha anche spiegato che il suo processo di produzione, basato su tre strati di vetro uno sopra l’altro, è completamente nuovo. Attirerà l’attenzione, soprattutto la versione nera, che brilla di viola sotto la luce.

Per il resto Honor segue le tendenze: troviamo il vetro nella parte anteriore e posteriore oltre a una sottile cornice in metallo. C’è un foro nella parte anteriore, come nel caso dello schermo di Honor View20. L’apertura è di 4,5 millimetri ed è appena percettibile quando ci si abitua al dispositivo. Personalmente è una scelta che apprezzo perché si dimentica rapidamente nella vita di tutti i giorni e offre una migliore esperienza durante il gioco.

Il lettore di impronte digitali si trova sul lato su un pulsante che funge anche da interruttore di standby. La sua velocità è esemplare, così come la sua efficienza, e in nessun caso ti fa rimpiangere l’assenza di un lettore di impronte sotto lo schermo. Esteticamente, il suo posizionamento laterale è un’alternativa perfetta. Infine, l’unica delusione progettuale riguarda il modulo fotocamera che ospita i vari sensori, che sporge abbastanza fortemente e rende instabile il telefono quando viene appoggiato su una superficie piana.

Con le sue curve e forme, l’Honor 20 Pro è molto piacevole da tenere in mano. L’utilizzo con una sola mano, promesso da Honor, è reso possibile con le dimensioni del dispositivo: 154,6 x 74 x 8,4 mm. Il suo peso di 182 grammi non lo rende però lo smartphone più leggero.

Non esiste una certificazione IP, il che è un peccato. Non c’è nemmeno un jack per le cuffie o altoparlanti stereo, ma c’è USB-C (con lo standard USB 2.0).

Ovviamente sono presenti anche Android 9 Pie e Magic UI. Quest’ultimo è da tempo sviluppato separatamente da EMUI, ma presenta molte somiglianze con il sistema Huawei. Tutto è fatto in modo molto fluido. Le applicazioni si chiudono e si aprono rapidamente. L’interfaccia avrebbe semplicemente bisogno di una piccola revisione per sembrare più moderna e non avere più alcuna somiglianza con iOS. Resta anche da vedere se lo smartphone riceverà tutti i futuri aggiornamenti da Android. Le promesse di Honor sono in linea con questo, ma anche le tensioni tra Stati Uniti e Cina potrebbero cambiare i piani. Quindi è un po ‘una scommessa che dovrai fare quando acquisti Honor 20 Pro.

LCD con foro, al posto del display OLED

Il prezzo relativamente basso dell’Honor 20 Pro (rispetto agli altri flagship con cui è destinato a competere) si riflette in particolare nella tecnologia dello schermo. Honor ha optato per uno schermo LCD invece di un OLED. Lo schermo è piuttosto ampio con una diagonale di 6,29 pollici. La definizione Full HD + è sufficiente per l’uso quotidiano.

Nel confronto diretto con un display OLED ad alta risoluzione, possiamo vedere che il display LCD dell’Honor 20 Pro brilla un po ‘meno, gli angoli non sono così buoni ei neri non sono così profondi. Nonostante ciò, nel complesso lo schermo dell’Honor 20 Pro è buono, soprattutto perché lo schermo può essere adattato ai propri gusti.

Risultati benchmark Honor 20 Pro

 ONORARIO P20 PROHUAWEI P30 PROSAMSUNG GALAXY S10 +
3DMARK SLING SHOT EXTREME401239904371
3DMARK SLING SHOT VULKAN400139954276
3DMARK SLING SHOT321132284503
3DMARK ICE STORM UNLIMITED364873598156128
GEEKBENCH 4 (SINGLE / MULTI-CORE)3280/97463283/97504175/10 031
PASSMARK MEMORY302653019019777


Honor 20 Pro specifiche tecniche

DIMENSIONI:154,6 x 73,97 x 8,44 mm
PESO:182 g
DIMENSIONI DELLA BATTERIA:4000 mAh
DIMENSIONE DELLO SCHERMO:6.26 pollice
TECNOLOGIA DI VISUALIZZAZIONE:LCD
SCHERMO:2340 x 1080 pixel (412 ppi)
FOTOCAMERA FRONTALE:32 megapixel
VIDEOCAMERA POSTERIORE:48 megapixel
TORCIA ELETTRICA:GUIDATO
VERSIONE ANDROID:9 – Torta
INTERFACCIA UTENTE:Emotion UI
RAM:8 GB
ARCHIVIAZIONE INTERNA:256 GB
MEMORIA RIMOVIBILE:Non disponibile
CHIPSET:HiSilicon Kirin 980
NUMERO DI CORE:8
MAX. VELOCITÀ DI CLOCK:2,6 GHz
CONNETTIVITÀ:HSPA, LTE, NFC, doppia SIM, Bluetooth 5.0

L’Honor 20 Pro viene fornito con solo le basi: un adattatore da 3,5 mm a USB-C dall’aspetto fragile, un caricabatterie e un cavo. Non ottieni cuffie in bundle o una custodia di base, come fai se scegli un Huawei costoso. Il caricabatterie è un SuperCharger da 22,5 W di Huawei.

Batteria

  • 4,000mAh
  • Ricarica rapida da 22,5 W.

Il gold standard del 2019 per le batterie dei telefoni super premium è 4.000 mAh. L’Honor 20 Pro non è un telefono super premium, ma ancora una volta supera il suo peso.

Detto questo, la durata della batteria è stata più breve di quanto mi aspettassi, in base alle dimensioni della batteria. Ho circa sei ore di tempo sullo schermo con il mio utilizzo medio-leggero. Per riferimento, Mate 20 Pro e P30 Pro (entrambi dotati di unità da 4.200 mAh) potrebbero facilmente raggiungere otto ore di tempo sullo schermo. Lo schermo LCD gioca probabilmente un ruolo importante in questa discrepanza.

Ottieni una ricarica rapida con il caricabatterie da 22,5 W. in dotazione. Il riempimento della batteria al 50 percento richiederà circa 30 minuti. Questa è una cifra molto buona, anche se non buona come il 75% di P30 Pro e Mate 20 Pro in 30 minuti di prestazioni. L’Honor 20 Pro supera Google Pixel 3a e ZenFone 6 in questa metrica, ma non OnePlus 7 Pro .

L’Honor 20 Pro non è dotato di ricarica wireless. Bummer.

Software e prestazioni

Con il chipset Kirin 980 e una base di 6 GB di RAM (fino a 8 GB), come ci si può aspettare, Honor 20 Pro gestisce perfettamente tutto ciò che vorresti fare su un moderno telefono cellulare. L’unico problema è l’interfaccia utente Magic 2.1 infusa con EMUI.

Sebbene EMUI 9.1 e Magic UI 2.1 siano praticamente le stesse, entrambe soffrono degli stessi problemi. Non posso negare che siano ricche di funzionalità e ti offrono così tanto in termini di opzioni, a volte sembrano semplicemente troppo progettate. L’aspetto grafico è anche da qualche parte in cui EMUI 10.0 è stato ampiamente migliorato e farà davvero la differenza sul modo in cui i telefoni Huawei e Honor saranno divertenti da utilizzare in futuro.

I menu sono ancora impantanati con troppe sezioni e opzioni, la sezione di commutazione rapida è utile ma non sembra eccezionale, secondo me. EMUI 10 non può arrivare abbastanza presto su Honor 20 Pro.

Ciò non significa che le prestazioni siano negative perché questo è praticamente un dispositivo di punta sotto ogni altro aspetto. Menu, app, giochi e altro si comportano esattamente come su qualsiasi altro smartphone di fascia alta. Non mi piace ancora quanto sia aggressiva l’interfaccia utente di Magic nell’uccidere processi e app in background per risparmiare batteria, ma nel complesso non riesco a trovare difetti nelle prestazioni di questo ultimo smartphone Honor.

Sebbene il display non sia buono come altri, nei videogiochi si ottengono prestazioni eccezionali. Titoli 3D come Asphalt: Legends funzionano bene senza intoppi, in quanto dispositivo di gioco questa sarebbe un’ottima scelta.

Audio

  • Nessun jack per le cuffie
  • Altoparlante singolo

L’Honor 20 Pro non dispone di un jack audio da 3,5 mm. Ecco un sacco di argomenti sul perché questa è una cattiva idea . È particolarmente strano considerando che alcuni dei diretti concorrenti del telefono tendono ad avere una porta da 3,5 mm, e anche il P30 di Huawei ha la funzione. Il telefono viene fornito con un adattatore da 3,5 mm a USB-C, ma questi adattatori tendono a essere pieni di problemi di compatibilità.

Il suono che esce dall’altoparlante inferiore del telefono è ragionevolmente chiaro e forte. Tuttavia, i minuscoli fori della griglia rendono troppo facile coprire l’altoparlante con la mano e attutirlo. Normalmente non lo trovo un problema, ma in questo caso è piuttosto fastidioso.

Honor 20: le quattro fotocamere

L’Honor 20 Pro sfoggia un totale di quattro fotocamere posteriori, il doppio di quello dell’Honor 10, in linea con l’Huawei P30 Pro. Sono costituiti da:

  • Principale: 48 MP (Sony IMX586, dimensioni del sensore da 1/2 pollice) equivalente a 28 mm, f / 1.4, OIS
  • Ultrawide: 16 MP, equivalente a 13 mm, f / 2.2, angolo di visione di 117 gradi
  • Teleobiettivo: 8 MP, equivalente a 80 mm, zoom ottico 3x, OIS
  • Macro: 2 MP, equivalente a 27 mm, f / 2.4

La fotocamera principale dell’Honor 20 Pro si basa sul chip IMX 586 di Sony, che con una dimensione di 1/2 pollice è leggermente più grande di un tipico sensore per fotocamera compatta da 1 / 2,3 pollici e del 25% più grande del sensore 1 / Sensori di immagine primari da 2,55 pollici su iPhone Xs Max e Galaxy S10 +

L’area della superficie è importante nel mondo dei sensori di immagine, poiché consente più spazio per fotocellule fotosensibili (che si traducono in pixel nelle immagini), consentendo foto a risoluzione più elevata. Un’opzione alternativa per utilizzare lo spazio extra del sensore è avere meno pixel, ma renderli fisicamente più grandi e quindi più sensibili alla luce. Ciò dovrebbe migliorare le prestazioni in condizioni di scarsa illuminazione di una fotocamera, offrendoti immagini più nitide con meno grana.

Come l’Huawei P30 Pro, Honor sembra aver seguito la prima strada con l’Honor 20 Pro. 48 megapixel è una follia per quello che è ancora un sensore molto piccolo (e batte persino l’Huawei P30 Pro da 40 MP), ma c’è di più. Attraverso quella che Honor chiama tecnologia “Light Fusion”, ogni gruppo di quattro pixel agisce come un unico grande pixel. 

È un trucco solitamente chiamato pixel binning e ti offre il meglio di entrambi i mondi: alta risoluzione in buona luce e immagini a risoluzione inferiore da 12 megapixel in condizioni di illuminazione più difficili. In effetti, l’Honor 20 Pro è di default a 12MP come standard, poiché i minimi dettagli possono spesso essere risolti meglio a questa risoluzione rispetto a 48MP grazie alla quantità di trucchi software impiegati combinando i pixel in questo modo.

L’Honor 20 Pro non riceve la nuova tecnologia del sensore Super Spectrum RYYB (rosso, giallo, giallo, blu) dall’Huawei P30 Pro. Ciò aumenterebbe ulteriormente la sensibilità alla luce, al punto che il P30 Pro vanta un’incredibile sensibilità massima di ISO 409.600. Tuttavia, l’Honor 20 Pro non è esattamente lasciato nella polvere, poiché è solo un livello di sensibilità inferiore, a ISO 204,800, ed è ancora molto più alto di quanto un Galaxy S10 + o iPhone Xs Max possa raggiungere. È anche un livello superiore allo standard Honor 20 che supera ISO 102.400.

Il 20 Pro è anche superiore al fratello Honor 20 quando si tratta dell’apertura dell’obiettivo della sua fotocamera principale. Qui il 20 Pro vanta un obiettivo f / 1.4, mentre l’Honor 20 utilizza un obiettivo f / 1.8.

Controintuitivamente, una cifra più bassa è migliore qui, indicando che l’obiettivo può far entrare più luce in un dato momento, il che è una buona notizia quando si scatta in interni o di notte, dove la luce è scarsa. Fattorizza l’inclusione della stabilizzazione ottica dell’immagine nella fotocamera principale dell’Honor 20 Pro (una funzionalità non presente nell’Honor 20) e l’Honor 20 Pro ha tutti gli ingredienti giusti per ottenere scatti nitidi in condizioni di scarsa illuminazione.

Probabilmente la differenza di fotocamera più significativa tra Honor 20 e Honor 20 Pro è che quest’ultimo ha un teleobiettivo da 8 MP. Ciò fornisce l’equivalente di uno zoom ottico 3x, che equivale a una lunghezza focale dell’obiettivo equivalente a 80 mm e senza alcuna perdita di qualità dell’immagine come si troverebbe con un sostituto dello zoom digitale.

Sebbene sia una fotocamera separata dall’unità principale da 48 MP, è possibile eseguire lo zoom tra 0 e 3x quasi senza interruzioni grazie all’elaborazione software intelligente che combina l’output di entrambe le fotocamere con impostazioni di zoom intermedie. Puoi anche ingrandire fino a 10x con l’aiuto di Hybrid Zoom, che utilizza ulteriormente l’enorme risoluzione del sensore della fotocamera principale per fornire un ingrandimento maggiore con un calo minimo della qualità dell’immagine. C’è anche uno zoom digitale fino a 30x, anche se devi accettare una certa morbidezza dell’immagine.

Sia la fotocamera principale che quella teleobiettivo hanno la stabilizzazione ottica dell’immagine a 4 assi, che, unita all’incredibile sensibilità del sensore, dovrebbe aiutare a eliminare qualsiasi sfocatura dalle vibrazioni della fotocamera, anche in condizioni di illuminazione molto scura.

Un altro vantaggio di avere una fotocamera con teleobiettivo è per i ritratti, dove una fotocamera con una lunghezza focale più lunga può fornire una sfocatura bokeh più “ naturale ” (sebbene il 20 Pro possa anche simulare questo tramite il software ei suoi algoritmi di rilevamento delle scene molto accurati), insieme con una prospettiva più lusinghiera / meno sporgente.

Viste panoramiche o scatti di gruppo di grandi dimensioni possono essere catturati dalla fotocamera grandangolare da 16 MP che offre una lunghezza focale molto ampia equivalente a 13 mm e un enorme campo visivo di 117 gradi.

La quarta fotocamera nella configurazione a quattro telecamere ha il proprio spazio sul lato delle altre tre fotocamere, poiché Honor afferma che questo fa più spazio per la batteria più grande. È una fotocamera macro dedicata da 2 MP e può mettere a fuoco fino a 4 cm dal soggetto.

Verdetto

Huawei è riuscita a copiare la versione semestrale di Samsung, Galaxy e Note, su due marchi (serie P + Mate, serie P + View). Detto questo, ha reso il mercato molto più affollato e complicato da navigare, soprattutto perché le ammiraglie dell’anno scorso sono ancora in circolazione e spesso a un prezzo molto più economico.

L’Honor 20 Pro è il modello top di gamma e si trova sopra il View 20, il precedente campione della scuderia Honor. Quest’ultimo è ancora disponibile per £ 340 (anche se con 6 GB / 128 GB), mentre il primo può essere acquistato solo da partner a partire da £ 539,95 . A rendere le cose ancora più complicate, ci sono Huawei Mate 2 Pro e Huawei P20 Pro, entrambi disponibili per un esborso simile ma con “solo” 6 GB di RAM e 128 GB di memoria interna.

Per quanto riguarda l’Honor 20, a £ 370, è un degno candidato se dovessi considerare di spendere meno ma ottenere comunque la tecnologia più recente. Quanto è impegnata quella fascia di prezzo? Beh, non abbiamo nemmeno iniziato a guardare Huawei (Mate 20) e altri concorrenti come Samsung (Note 8, Galaxy S9, Galaxy A70) o Xiaomi (Mi 9, Mi Mix 3, Mi 8 Plus).

Tutto sommato, l’Honor 20 Pro è uno smartphone fantastico che colpisce ben al di sopra della sua fascia di prezzo. Sfida giocatori affermati come il Samsung Galaxy S10 e l’Huawei P30 Pro e tuttavia ha uno sconto significativo rispetto a quei due.

Per quanto riguarda la faida in corso tra Huawei e gli Stati Uniti, la società, proprietaria del marchio Honor, ha confermato che “chiunque abbia già acquistato, o stia per acquistare uno smartphone Huawei, può continuare ad accedere al mondo delle app come ha sempre fatto. Tutti i dispositivi continuano a essere coperti dalla garanzia del nostro produttore e riceveranno di conseguenza il servizio di assistenza completo “. Hanno anche confermato che Android Q sarà distribuito su 17 dispositivi.

Lo Staff consiglia di leggere anche: