Samsung Galaxy Note 10 e 10 Plus: vale la pena acquistare ora?

Galaxy Note 10 e 10+ vale la pena?

Galaxy Note 10+ è eccellente, il che non sorprende. Samsung, infatti, ancora una volta ha fatto un design spettacolare; il colore iridescente Aura Glow è particolarmente accattivante. L’enorme display, con le sue cornici ultrasottili e la fotocamera selfie allineata al centro, viene reso ancora più bello che sul Galaxy S10 +. E il sistema quad-camera, le prestazioni e la durata della batteria rendono il prezzo elevato del Note 10+.

Samsung Galaxy Note 10+

Ricorda, però: la scelta di un telefono non è semplice da fare, infatti spesso ci si pente già dopo 1 settimana. Ci sono molte caratteristiche da considerare. Vuoi una S Pen (Nota 10)? Hai bisogno di uno slot per schede microSD? (Il Note 10+ ne ha uno, ma il Note 10 no.) Quanto è importante la qualità dell’immagine della fotocamera? Vuoi un jack per cuffie?

Adoro il fatto che Note 10+ si senta meglio nella mano – è più sottile e leggero del Note 9 – ma mi dà fastidio che sia anche più scivoloso. Questo perché c’è più vetro sui lati in cui il display e il vetro posteriore incontrano il telaio metallico.

In solo una settimana di utilizzo del Note 10+, l’ho quasi lasciato cadere una manciata di volte estraendolo dalla tasca e sollevandolo per scattare foto. Sfortunatamente il dorso Corning Gorilla Glass 6 di Note 10+ è anche un magnete per le impronte digitali e si graffia facilmente. Certo con una Cover questi problemi non succedono, però quando si spende una cifra così elevata anche a causa del display dietro, lo si vuole mostrare un pò. È come comprare una Ferrari e poi però tenerla in garage sempre chiusa.

Samsung Galaxy Note 10+

Nonostante questi piccoli fastidi, mi è comunque piaciuto molto usare Note 10+. L’enorme display AMOLED dinamico da 6,8 pollici (risoluzione 3.040 x 1.440 a 498 pixel per pollice) è senza dubbio il miglior schermo per smartphone in termini di qualità dell’immagine. Il display è molto luminoso, nitido e vibrante e le cornici attorno sono tra le più sottili di qualsiasi telefono.

E mi piace molto il ritaglio della fotocamera selfie allineato al centro, rispetto a un “buco” in un angolo o una tacca. Avevo dubbi sul fatto che sarebbe stato migliore di una tacca a goccia, come su OnePlus 6T, ma ora sono sicuro che lo sia.

L’unica cosa che manca è una frequenza di aggiornamento di 90Hz come su OnePlus 7 Pro o una frequenza di aggiornamento di 120Hz come sul Galaxy s20 Plus, per avere uno scorrimento fluido e setoso.

Con l’eccezione del pulsante di accensione spostato e la rimozione del jack per le cuffie (almeno hai un paio di auricolari USB-C AKG), il Note 10+ ha tutto che ti aspetteresti: ricarica rapida cablata e wireless, resistenza all’acqua e alla polvere IP68, ricarica wireless inversa (Wireless PowerShare), slot per schede microSD e naturalmente, la S Pen.

Galaxy Note 10 caratteristiche

La gente sarà sconvolta per la morte del jack per le cuffie, ma ho vissuto senza di essa su iPhone e Pixel e sai cosa? Gli auricolari e le cuffie wireless sono molto più convenienti. Nel 2019, la perdita del jack per le cuffie non è un grosso problema per me.

Sotto il display è incorporato lo stesso lettore di impronte digitali ad ultrasuoni presente nei Galaxy S10, S10 + e S10 + 5G. Nei miei test, il sensore di impronte digitali in-display del Note 10+ si comporta alla pari degli S10.

Telecamere versatili


Come il Galaxy S10 +, il Note 10+ ha molte fotocamere. Sul fronte, c’è una singola fotocamera frontale da 10 megapixel con apertura f / 2.2 per i selfie.

Fotocamere posteriori: Obiettivo principale da 12 megapixel con apertura variabile f / 1,5-2,4 con stabilizzazione ottica dell’immagine
Teleobiettivo da 12 megapixel con apertura f / 2.1 e stabilizzazione ottica dell’immagine
Obiettivo ultra-wide da 16 megapixel con apertura f / 2.2 e nessuna stabilizzazione ottica
Videocamera “DepthVision” con risoluzione VGA.

Galaxy Note 10 camera

Le tre fotocamere di Note 10 + scattano praticamente le stesse foto di Galaxy S10, S10 + e S10 + 5G. Il teleobiettivo Note 10 e 10 + ha un’apertura leggermente migliorata (f / 2.1 invece di f / 2.4), il che significa che è un fumo migliore per scattare foto più luminose e in condizioni di scarsa illuminazione.

Come con le fotocamere del Galaxy S10 +, il Note 10+ scatta ottime foto. Non le più nitide (che le fa ancora il Pixel 3), non le più accurate per i colori (iPhone XS) e non con lo zoom ottico più impressionante (Huawei P30 Pro). Ma ottime foto da condividere su Insta o Twitter senza modificare nulla.

La fotocamera con grandangolo a 123 gradi è la più divertente per scattare e offre tantissime opportunità per scatti creativi.

Di seguito, puoi vedere esempi di quali tipi di scatti puoi scattare con le tre fotocamere principali di Note 10 e Note 10 +.

Galaxy Note 10 camera

Molti telefoni di punta ora hanno tre fotocamere, ma non sono tutti uguali. Come puoi vedere negli scatti di confronto di seguito, la fotocamera ultra-grandangolare del Note 10 + ha il campo visivo più ampio e l’elaborazione delle immagini produce i colori più vibranti con una gamma più dinamica.

Le fotocamere ultra-ampie di OnePlus 7 Pro e Huawei P30 Pro scatta foto più noiose. L’ultra-largo di OnePlus 7 Pro ha in particolare problemi cromatici.

La modalità notturna di Note 10 + è buona, ma rispetto a Night Sight di Pixel 3, i dettagli sono più morbidi e la gamma dinamica non è eccezionale.

Forse la cosa più interessante che ho scoperto è che il Note 10+ utilizza il teleobiettivo per la modalità ritratto (Samsung lo chiama Live Focus).

Galaxy Note 10 camera

Per qualsiasi motivo, sui telefoni Galaxy S10, Samsung l’ha cambiato in modo che le foto Live Focus utilizzassero l’obiettivo grandangolare. Sul Note 10+, è tornato al modo in cui era sul Note 9 e S9 e, beh, i risultati parlano da soli. Sicuramente avrai più sfocatura dello sfondo e separazione con il teleobiettivo.

Ci sono alcune chiare differenze nella saturazione del colore e nell’esposizione in ciascuno dei seguenti scatti. Per questo set, probabilmente vorrei mangiare il sushi e il sashimi dall’immagine Huawei P30. Anche se è il più saturo, è quello che vuoi da una foto di cibo. Il resto è insipido, con Pixel 3 è l’aspetto meno gustoso.

I telefoni Galaxy hanno sempre scattato selfie lusinghieri e il Note 10+ continua quella tradizione. Le tonalità della pelle sono leggermente più verdi, ma mi piace il modo in cui la fotocamera e il software mi fanno sembrare un po ‘più vivace. L’iPhone XS prende il selfie più realistico (i pori e tutti) e gli altri non sono troppo squallidi. L’unico che sembra terribile secondo me è il Pixel 3 XL. È così buio e cupo.

Come in tutte le recensioni sui miei smartphone, di seguito è riportata una raccolta di alcune delle mie immagini preferite scattate con il Galaxy Note 10+. Tutti sono usciti direttamente dalle telecamere e non sono stati modificati affatto.

Mentre le normali fotocamere potrebbero non essere drammaticamente diverse rispetto agli sparatutto sui telefoni Galaxy S10, Samsung ha composto le cose per la registrazione video.

La mia nuova funzione di registrazione video preferita è Live Focus Video. È fondamentalmente la modalità ritratto per i video con sfondi sostituiti con effetti come sfocatura, grande cerchio, punto colore e glitch.

Galaxy Note 10 caratteristiche

Il video sopra mostra l’effetto “Focus circolare” Live Focus video in azione e il video sotto mostra l’effetto “glitch”.

Come puoi vedere nel foto sopra e sotto, i risultati sono OK. Nelle giuste condizioni, soprattutto senza persone o cose che si muovono sullo sfondo, gli effetti di Live Focus Video possono sembrare un po ‘belli, anche se la separazione tra te e lo sfondo non è perfetta. Personalmente, penso che il filtro glitch sia il migliore, principalmente perché l’estetica e la granulosità lo-fi coprono molte delle imperfezioni visibili attorno ai bordi.

Live Focus Video non trasforma la fotocamera di Note 10 + in una DSLR o in una fotocamera mirrorless in cui è possibile “mettere a fuoco” o cambiare la messa a fuoco dell’obiettivo durante lo scatto, ma apre nuovi modi di scattare.

Un altro nuovo miglioramento per la registrazione video è Super Steady. Quando l’impostazione è attivata, la fotocamera stabilizza il tuo video in modo che sia meno traballante: funziona fino a un certo punto, ma non aspettarti miracoli. Vedrai ancora un po ‘di irregolarità o tremolio.

C’è anche una funzione Zoom-in Mic che sembra utile per spiare le persone: ingrandisci una persona su una strada affollata e alza la voce mentre il rumore di fondo si attenua, ma l’ho trovato inaffidabile. Un altro espediente.

La migliore funzione video sul Note 10 non è nemmeno nell’app della fotocamera. È l’editor video integrato. Con esso, puoi tagliare un breve video in pochi secondi. Come ho detto nella mia anteprima del Note 10, l’editor video non è così ricco di funzionalità come iMovie su iOS, ma è un’opzione molto migliore rispetto a molti editor di video Android di terze parti che vengono forniti con annunci.

Come qualcuno che modifica molti video sul suo iPhone, sono davvero felice di vedere un editor di video nativo sulla Nota 10. Alla fine mi sembra un grande.

Samsung Galaxy Note 10+

Infine, c’è AR Doodle. È una piccola caratteristica divertente – Samsung ne ha sempre almeno una bizzarra con nuovi telefoni – che ti consente di disegnare sui volti. I disegni sono appuntati sul tuo viso e si muovono quando lo fai. È sciocco? Sì. Lo userai tutti i giorni? Probabilmente no. Ma certo, perché no.

C’è una caratteristica che non ho potuto provare e che era lo scanner 3D, che utilizza la telecamera “time of flight” di DepthVision per creare un rendering 3D di un oggetto semplicemente agitando la Nota 10+ di fronte. Samsung afferma che la funzionalità verrà lanciata più vicino alla data di rilascio, quindi dovrò aggiornare questa recensione quando la proverò.

Un’altra funzione chiamata Quick Measure utilizza la videocamera DepthVision per misurare gli oggetti usando la realtà aumentata – funziona come l’app di misurazione di iOS – ma le misurazioni non sono abbastanza precise da raccomandare di usarle su un metro a nastro.

Bestia dal punto di vista prestazionale

I Galaxy Note sono noti per le loro prestazioni – la produttività richiede tonnellate di energia – e il Note 10+ non fa eccezione.

Con il chip Qualdr Snapdragon 855 e 8 GB di RAM (Nota 10) o 12 GB di RAM (Nota 10+), gli ultimi Galaxy Note di Samsung sono due dei telefoni Android più veloci del 2019.

Su Geekbench 4, il Note 10+ ha ottenuto un punteggio single-core medio di 3.477 e un punteggio multi-core di 10.950 – paragonabile alle prestazioni single-core e 3.384 del Galaxy S10 +.

Galaxy Note 10 benchmark

Proprio come ho notato nella nostra recensione Galaxy S10 +, il chip Snapdragon 855 è quasi potente quanto il chip A12 Bionic di Apple su multi-core, ma è ancora in ritardo su single-core. Con Geekbench 4 sul mio iPhone XS caricato con l’ultima versione di iOS 13 beta 7, il chip A12 Bionic ha ottenuto 4.765 su single-core e 11.494 su multi-core, rispettivamente il 37 percento e il 5 percento più veloce del Note 10+.

Se tutti questi punteggi ti confondono, sappi questo: il Note 10+ è eccezionalmente potente e può gestire qualsiasi app.

Il Galaxy Note 10+ viene fornito con Android 9 Pie con personalizzazione One UI di Samsung. Come ho detto nella nostra recensione Galaxy S10 +, One UI è eccellente. È leggera, fluida e ha molte impostazioni che puoi regolare per personalizzare Android a tuo piacimento, tra cui una modalità dark dark, una sfumatura di notifica a cui accedi con un tocco verso il basso sulla schermata principale (non è necessario lottare per raggiungere la barra di stato ) e uno screen recorder incorporato (finalmente!).

Come sempre, ho giocato ad alcuni dei giochi più popolari come Fortnite, PUBG Mobile e Asphalt 9: Legends per vedere se il Note 10+ sarebbe soffocato. Inutile dire che il telefono li ha caricati tutti rapidamente e i frame rate sono stati spesso fluidi come il burro invece che instabili come su molti telefoni di fascia media.

Galaxy Note 10 camera

I telefoni includono anche due funzioni “booster”. Il primo si chiama Boot up Booster. Utilizza l’IA per garantire che le app utilizzate più di frequente (quattro nelle Note 10 e 12 nella Nota 10+) siano precaricate e pronte per l’avvio. La seconda funzione di richiamo si chiama Game Booster e utilizza l’IA per potenziare l’NPU (unità di elaborazione neurale) per migliorare le prestazioni di gioco regolando cose come temperatura e RAM e bloccando chiamate e notifiche per un gameplay ininterrotto.

Come i precedenti Galaxy Note, il Note 10+ include una serie di funzioni di produttività. C’è la solita roba Note come Apps Edge, che ti consente di avviare app e scorciatoie direttamente da un colpo sul lato sinistro o destro dello schermo, e Screen-off Memo, che ti consente di scrivere note sullo schermo (non è necessario sbloccare) come non appena si estrae la S Pen. Ma ha anche un sacco di nuove cose che potrebbero essere utili o meno a seconda del flusso di lavoro.

Personalmente, ho scoperto che la maggior parte delle nuove funzionalità di S Pen erano trucchi. Mentre penso che usare la S Pen come telecomando dell’otturatore della fotocamera e clicker per le presentazioni sia ancora pratico nelle giuste situazioni, la nuova funzione Air Actions basata sul movimento della S Pen mi fa un grande pollice in giù.

Galaxy Note 10+

Al lancio, è possibile utilizzare i controlli di movimento della S Pen per controllare la fotocamera in modalità wireless. I gesti più semplici, come l’avvio della fotocamera con una pressione prolungata del pulsante S Pen e il cambio delle modalità della fotocamera con “premi e tieni premuto + scorri a sinistra / a destra” funzionano correttamente.

Ma il gesto più complicato – quello che richiede “premi e tieni premuto + metà ruota in senso orario o antiorario” per ingrandire e rimpicciolire nel mirino della fotocamera – non ha quasi mai funzionato. Suonano bene sulla carta, ma in pratica, i gesti dell’aria sciocca sono più problemi di quanto valgano. Più spesso, invece di riconoscere il gesto della S Pen, ho finito per scattare una serie di selfie involontari di me che sembravano frustrati.

Le altre nuove funzionalità di S Pen sono anche un po ‘snoozy. Immagino per alcune persone, è bene che i Note 10 possano convertire note scritte a mano in testo (le conversioni possono essere molto accurate o terribili) e poi convertirle in un documento di Microsoft Word, ma probabilmente gli utenti non esperti scrolleranno le spalle.

Il che lascia Link a Windows e Samsung DeX per PC come le due più interessanti novità di Note 10.

Il primo consente di connettere in modalità wireless Note 10+ a un PC Windows 10 e utilizzare il computer per controllare le notifiche, inviare e ricevere messaggi e visualizzare le 25 foto più recenti. Più utile è la possibilità di eseguire il mirroring di Note 10 sul tuo computer Windows 10, utile per eseguire app Android sul tuo PC.

Galaxy Note 10+

La seconda nuova funzionalità di produttività è Samsung DeX per PC. Se hai già usato un Galaxy Note, probabilmente hai familiarità con i precedenti tentativi di Samsung di trasformare un telefono in un computer simile al PC, permettendoti di collegarlo a un monitor, una tastiera e un mouse tramite un dock DeX.

Invece di trasformare il tuo telefono in un PC simile a un desktop, Samsung ha capito che la maggior parte dei lavoratori vuole solo un modo per connettere i propri telefoni al proprio Mac o PC per fare cose come trascinare e rilasciare file, copiare e incollare testo e usare un mouse e una tastiera con app Android.

Samsung DeX per PC esegue ciò utilizzando un singolo cavo USB. Collega il tuo Note 10 e il computer tramite USB, esegui l’app Samsung DeX e, voilà, il tuo Note 10 passa all’interfaccia simile a quella di un desktop e hai Android nella sua finestra all’interno di Windows 10 o MacOS.

E funziona anche abbastanza bene. Con Samsung DeX per PC, sono stato in grado di trascinare semplicemente i file dal Note 10 direttamente sul desktop (o qualsiasi cartella) sul mio MacBook Air. Alcune app Android come Feedly non funzionano molto bene con mouse e tastiera, ma in generale l’esperienza è abbastanza buona e posso vedere molti dipendenti che usano Samsung DeX per PC piuttosto che il vecchio DeX.

Con così tante funzioni e modi per utilizzare il Note 10+, probabilmente ti starai chiedendo se il telefono ha resistenza.

Batteria

Non posso parlare per la batteria da 3.500 mAh del Note 10 poiché non l’ho testata, ma la batteria da 4.300 mAh del Note 10 + di solito è durata almeno un giorno intero con un uso intenso con la risoluzione del display impostata su WQHD + completo ( 3.040 x 1.440).

Galaxy Note 10 batteria

Ridimensionando la risoluzione al valore predefinito FHD + (2.280 x 1.080) e attivando le funzioni di risparmio della batteria come la luminosità adattiva, la durata della batteria è aumentata di circa un giorno e mezzo. Attivare la “modalità di alimentazione” che fa cose come limitare i dati in background, disattivare il display sempre attivo e limitare la velocità della CPU al 70 percento ha aumentato la durata della batteria a quasi due giorni interi.

Galaxy Note 10+

Il Note 10+ non ha la batteria più grande di uno smartphone, ma non è qualcosa di cui dovrai preoccuparti spesso perché il caricabatterie da 25 watt incluso è in grado di caricare rapidamente il telefono dallo 0-100 percento in circa 65 minuti .

Samsung afferma che il caricabatterie da 45 watt (venduto separatamente) sarà in grado di caricare velocemente il Note 10+ (non il Note 10) tramite cavo ancora più velocemente, ma la società non me lo ha fornito per testarlo.

Nel complesso, sono molto soddisfatto delle prestazioni del Note 10 + e della durata della batteria: sono il fiore all’occhiello.

CONCLUSIONI

La storia del Galaxy Note 10 è la stessa della Nota 9: evolutiva, non rivoluzionaria. Il Note 10+ ha uno schermo più grande e un corpo più lucido, ma non sembra più che Samsung stia oltrepassando i limiti.

Sono sicuro che gli utenti di Galaxy Note apprezzeranno alcune delle nuove funzionalità di S Pen e potrebbero trovare legittimi utili collegamenti a Windows e Samsung DeX per PC, ma penso che sorvoleranno la maggior parte delle persone.

Samsung ha perso l’occasione di scavalcare i suoi concorrenti Android con il Galaxy S10. È lo stesso con la Nota 10. Dov’è lo schermo con la frequenza di aggiornamento che fa vergognare OnePlus 7 Pro? Che ne dici di un obiettivo con zoom ottico che vada meglio di Huawei P30 Pro? O telecamere e una modalità notturna che trionfa sul Pixel 3? Che ne dici di sblocco facciale sicuro che compete con l’iPhone XS?

Galaxy Note 10 camera

Forse mi aspetto troppo da Samsung – il Note 10+ è un telefono raffinato e questo dovrebbe bastare – ma dov’è l’eccitazione nell’accettare lo status quo?

Il Note 10+ è un telefono di punta in ogni aspetto – il miglior telefono grande con uno stilo – ma invece di impostare le tendenze per ogni altro telefono da copiare, Samsung lo riproduce in modo sicuro (di nuovo).

Potete acquistarlo su Amazon a 800 euro– consigliamo di leggervi recensione del Galaxy S20+ e Iphone 11 potrebbero piacervi magari di più.

Samsung Galaxy Note 10 Plus Dual SIM 256GB...
45 Recensioni
Samsung Galaxy Note 10 Plus Dual SIM 256GB...
  • Dynamic amoled capacitive touchscreen, 16m colors, 6.8 inches, 114.0 cm2 (~91.0% screen-to-body ratio), 1440 x 3040 pixels, 19:9 ratio (~498 ppi density)
  • Android 9.0 (pie); one ui, octa-core (2x2.73 ghz mongoose m4 2x2.4 ghz cortex-a75 4x1.9 ghz cortex-a55)
Samsung Galaxy Note10 Lite Smartphone,...
1.221 Recensioni
Samsung Galaxy Note10 Lite Smartphone,...
  • Galaxy Note10 Lite, con il suo profilo sottile e le curve simmetriche, offre una presa comoda e confortevole; esprimi te stesso con la tua colorazione preferita
  • Fai di più con la S Pen intelligente; gestisci lo smartphone anche da remoto usando S Pen come un telecomando e prendi appunti anche a display è spento; ricaricala per 40 secondi e usala 30 minuti
Samsung Galaxy Note10 Smartphone, Display...
809 Recensioni
Samsung Galaxy Note10 Smartphone, Display...
  • Grazie all'aggiornamento software*, a partire da Aprile 2020, l'esperienza fotografica con Galaxy Note10 cambia; sono disponibili ulteriori caratteristiche per la fotocamera
  • La SPen con la funzione Air Action ti permette di controllare il tuo Galaxy Note 10 con semplici gesti, senza toccare il display

Lo Staff consiglia di leggere anche: