Audeze LCDi4 Recensione, sono le migliori?

Audeze LCDi4

Oggi diamo un’occhiata e recensiamo le cuffie in-ear magnetiche planari di punta di Audeze: le Audeze LCDi4. L’LCDi4 è un prodotto davvero unico, nel senso che è come una versione mini di una cuffia magnetica planare di dimensioni standard. È anche più grande del tipico monitor in-ear o auricolare e non è necessario collegarlo al condotto uditivo. Questi sono solo alcuni dei motivi per cui mi sono interessato così tanto a questo prodotto. È diverso da qualsiasi altro auricolare o cuffia sul mercato.

Audeze LCDi4

A proposito, LCDi4 è il prodotto TOTL, Audeze ha anche la serie iSINE. Condividono lo stesso concetto e forse il design interno. Ma differiscono in termini di estetica e qualità del suono. C’è anche una differenza di prezzo significativa tra iSINE 20 e LCDi4. Sfortunatamente, non ho iSINE 20 con cui confrontarlo. Quindi, in questa recensione, mi concentrerò maggiormente sullo stesso LCDi4, sulla mia esperienza di ascolto, su cosa ne penso in generale e lo confronterò con gli auricolari e le cuffie planari che ho. Continua a leggere la mia recensione di Audeze LCDi4 di seguito e scopri di più su questo prodotto.

Recensione Audeze LCDi4
Recensione delle cuffie Audeze LCDi4
La cuffia in-ear magnetica planare Audeze LCDi4 non è la prima del suo genere. Audeze ha rilasciato per prima la serie iSINE, sotto forma di iSINE 10 e iSINE 20. Sono come cuffie magnetiche planari di piccole dimensioni che si agganciano alle orecchie. Penso che sia stato verso la fine del 2017 che LCDi4 è stato rilasciato sul mercato.

Nonostante avesse lo stesso concetto, un piccolo auricolare magnetico planare e una cuffia aperta sul retro, l’LCDi4 era totalmente su un livello diverso. Ha un’estetica e un design molto migliori. Personalmente non mi piace l’aspetto della serie iSINE. A parte questo, la qualità audio e le prestazioni sono ciò che ha separato LCDi4 dalla serie iSINE. Per non parlare dell’enorme divario tra i loro prezzi.

Audeze LCDi4

L’LCD-i4 rappresenta l’apice della qualità audio e dell’innovazione tecnologica. Questa innovativa cuffia in-ear presenta lo stesso diaframma Uniforce in scala nanometrica che si trova nei nostri LCD-4 e 4z, abbinato al nostro potente array di magneti Fluxor per offrire una delle esperienze di ascolto più reattive, dettagliate, coinvolgenti e coinvolgenti al mondo. L’i4 trasformerà tutto ciò che pensavi di sapere sugli auricolari in-ear mentre ascolti la tua musica preferita come se fosse la prima volta.

L’LCDi4 non è sulla stessa serie di iSINE, non è nemmeno sulla stessa lega. È commercializzato in modo diverso ed è commercializzato come una delle cuffie di punta di Audeze LCDi4; proprio accanto a LCD-4 e LCD-4z. Onestamente, non ho ancora provato LCD-4 e LCD-4z, nemmeno iSINE 20. Quindi, non ho idea di come iSINE 20 differisca da LCDi4 in termini di qualità del suono e caratteristiche del suono.

Ma se c’è una cosa di cui sono sicuro, l’esperienza di utilizzare una cuffia in-ear (come LCDi4 e iSINE) è diversa rispetto all’utilizzo di una cuffia di dimensioni standard come LCD-4 o LCD-4z o una cuffia in -ear monitor o auricolare.

Audeze LCDi4

Il culmine di decenni di ricerca e sviluppo. Dotata dei nostri diaframmi in nanoscala, array di magneti Fluxor ™ e bobine vocali Uniforce ™, la nostra serie Flagship rappresenta davvero l’apice della tecnologia audiofila. La serie LCD Flagship incarna la nostra dedizione senza compromessi all’audio puro. Il flusso magnetico da 1,5 Tesla generato dai nostri array di magneti Double Fluxor ™ offre un livello di potenza di guida mai visto prima che dà vita alla musica con chiarezza e profondità mozzafiato.

I diaframmi più sottili che abbiamo mai creato, solo un decimo dello spessore di un globulo rosso, sono incisi al laser con le nostre bobine vocali Uniforce ™ brevettate per riprodurre l’audio con una precisione impeccabile. Benvenuti nell’avanguardia dell’eleganza.

Di seguito puoi controllare le specifiche tecniche di Audeze LCDi4 e successivamente daremo uno sguardo più da vicino alle cuffie stesse.

Audeze LCDi4 Specifiche

StyleIn-ear, semi open-back
Transducer typePlanar Magnetic
structureFluxor magnet array
Phase managementFazor
Magnet typeNeodymium N50
Diaphragm typeNano-scale Uniforce
Transducer size30 mm
Maximum power handling500mW RMS
Maximum SPL>130dB
Frequency response10Hz – 50kHz
THD<0.1% @ 100dB
Impedance32 ohms
Sensitivity110 dB/1mW (at Drum Reference Point)
Minimum power requirement>50mW
Weight23g/pair

L’LCDi4 viene fornito in una bella scatola bianca; la scatola bianca esterna non è dura, probabilmente pesa circa 120-180 gsm. All’interno della scatola bianca c’è una custodia rigida che ospita LCDi4 e i suoi accessori.

Sopra puoi vedere il flip-box e le cuffie in-ear e una custodia per il trasporto è protetta da una copertura in plastica dura trasparente.

L’LCDi4 non è collegato al suo cavo appena estratto dalla scatola. Tutti gli accessori, compreso il cavo, sono invece collocati all’interno della custodia per il trasporto. All’interno della custodia (custodia da viaggio in nylon) si trova il cavo intrecciato premium OCC da 1,2 m argentato; una serie di ganci per le orecchie e auricolari, un certificato di autenticità e un’unità USB in cui è copiata la guida per l’utente e la garanzia.

Audeze LCDi4 ha un design posteriore aperto, il che significa che un po ‘di suono uscirà dalle griglie. Il corpo o il guscio dell’LCDi4 è realizzato in plastica dura. Sono rimasto un po ‘deluso dal materiale utilizzato, in quanto non sembra di qualità superiore rispetto alle lattine a grandezza naturale di punta di Audeze LCDi4. La costruzione sembra abbastanza robusta, ma è ancora di plastica e non sarà così robusta o robusta rispetto a un corpo in metallo.

Forse il lato positivo dell’utilizzo di un guscio di plastica è che rende la cuffia in-ear leggera. Questo rimarrà appeso alle tue orecchie, non collegato o bloccato; quindi il peso sarà un fattore. Forse un guscio in fibra di carbonio sarebbe carino.

Un’altra cosa che ha reso l’LCDi4 meno premium è che i segni di colla sono visibili. Sono presenti segni di colla sul logo “A” e anche sui lati del rivestimento. Mi aspetto una finitura migliore, con attenzione ai dettagli, soprattutto da un prodotto di punta. Spero che Audeze LCDi4 si occupi di questo, soprattutto se hanno in programma di rilasciare un successore in futuro.

Audeze LCDi4

L’LCDi4 utilizza una connessione a 2 pin che è stata incassata. È una buona cosa che sia incassato, altrimenti il ​​connettore a 2 pin è suscettibile di piegature o rotture se urtato accidentalmente. Penso che questo sia un connettore standard a 2 pin, poiché il mio vecchio auricolare ALO Audio SXC 24 funziona perfettamente con LCDi4.

L’ugello dell’LCDi4 è diverso dall’ugello di un auricolare o di un monitor in-ear universale. È più grande e al centro c’è un oggetto appuntito (ma non appuntito). È come un mini tunnel ma non dovrebbe entrare nel canale uditivo. La punta in silicone dovrebbe poggiare sull’apertura del condotto uditivo, non collegarla realmente. Potresti inserirla leggermente per una migliore aderenza e vestibilità, ma non del tutto. Ho usato solo i suggerimenti inclusi per LCDi4; poiché l’ugello è più grande, le punte tipiche degli auricolari non funzionano in questo.

Il cavo incluso è un cavo intrecciato “premium” placcato argento OCC da 1,2 m. Ha 4 core in totale, due per ogni canale. Il cavo è terminato con una spina per cuffie sbilanciata single-ended da 3,5 mm. Il cavo è leggero, non si attorciglia; Penso che sia un buon cavo, decisamente migliore di qualsiasi cavo di serie o di base incluso in alcuni auricolari. Anche se questo è il cavo “di serie” di LCDi4, è ancora considerato un cavo aftermarket o di aggiornamento.

Anche il cavo Cipher di Audeze LCDi4, incluso il più recente Cipher Wireless, funziona bene con LCDi4. Tuttavia, preferisco utilizzare il cavo di serie dell’LCDi4 piuttosto che passare al wireless con il Cipher. Per me, il wireless Cipher manca solo di potenza per guidare correttamente LCDi4. E il DSP integrato nel wireless Cipher non è buono rispetto al plug-in Reveal.

Audeze LCDi4

Plugin Reveal di Audeze LCDi4
Plugin Reveal di Audeze LCDi4
Audeze LCDi4 non suona bene o “corretto” appena estratto dalla scatola. Ha bisogno di un DSP o di un EQ per risolvere questo problema e ottenere il meglio da esso. Penso che ci sia un calo da qualche parte nella regione di frequenza da 2kHz a 4kHz che sta causando il suono piatto sordo. La soluzione di Audeze LCDi4 per rendere corretto il suono i4 è il plugin Reveal.

È fondamentalmente un plug-in che “rivela” le caratteristiche del suono e la sintonizzazione desiderate di LCDi4. Questo plugin è gratuito, ma funziona solo con pochi lettori / software audio. Non funziona in modo nativo con Foobar e dovrai utilizzare un “wrapper”, come il plug-in VST Wrapper di George Yohng, per far funzionare il plug-in Reveal con Foobar.

Audeze LCDi4 in-Ear Headphones Planar...
4 Recensioni
Audeze LCDi4 in-Ear Headphones Planar...
  • L'esclusiva tecnologia magnetica planare di Audeze per un palco sonoro davvero ampio e preciso
  • Film ultra sottile che offre una risposta in frequenza eccezionale e un comportamento transitorio eccellente

Reveal è un plug-in rivoluzionario sviluppato da Audeze LCDi4 che applica preimpostazioni di filtri accuratamente progettate specifiche per i nostri modelli di cuffie. Ciò fornisce all’ascoltatore un’esperienza simile a quella che si sentirebbe dai monitor di riferimento da studio di alta qualità in una stanza trattata acusticamente (ma senza i fastidiosi riflessi e riverbero *).

I preset non hanno lo scopo di risolvere alcun problema, ma piuttosto di migliorare l’esperienza dell’ascoltatore. Ci aspettiamo che alcuni utenti preferiscano le nostre cuffie senza alcun preset DSP, mentre altri preferiranno la calibrazione del “suono della stanza” fornita da questi preset del plug-in Reveal. La scelta è tua!

Il plug-in Audeze LCDi4 Reveal non è realmente richiesto, ma è assolutamente necessario utilizzarlo per rendere il suono LCDi4 corretto e come previsto. In alternativa, puoi utilizzare un equalizzatore (EQ) per personalizzare LCDi4 a tuo piacimento. Trovo che gli EQ preimpostati incorporati sui lettori audio non “correggano” il tono dell’LCDi4. Dovrai regolare manualmente ciascuna banda di frequenza.

C’è un thread di Head-Fi.org in cui gli utenti condividono le impostazioni di equalizzazione per il loro LCDi4. Tuttavia, trovo difficile replicare l’accordatura del suono prodotta dal plug-in Reveal. Sono riuscito almeno a farlo suonare meglio e vicino alla sintonizzazione di Reveal usando l’equalizzazione del mio DAP, ma non è neanche lontanamente vicino.

Puoi scaricare il plug-in Reveal

Nella pagina successiva vediamo come suona Audeze LCDi4 e la mia esperienza personale nell’usarlo per più di un paio di mesi.

Aprendo la scatola di plastica avvolta in finta pelle sull’LCDi4 IEM di Audeze LCDi4 (US $ 2495) otteniamo un breve colpo di déjà vu: la selezione di ganci over e in-ear confezionati in plastica più varie dimensioni di punte standard e Groove, identiche a quelli che spediscono con iSine 10/20 notevolmente più conveniente. L’iSine 20 è stato da voi veramente recensito qui e funge da guida a quanto segue.

Audeze LCDi4

Per LCDi4, la custodia da trasporto softshell di iSine è stata spostata dal tessuto alla pelle e il guscio esterno in plastica di iSine (e l’estetica mini-Tie-fighter) ha lasciato il posto all’aspetto più conservatore di LCDi4. Creato in collaborazione con Designworks di BMW, un esoscheletro in alluminio conferisce all’LCDi4 maggiore sostanza fisica e una sensazione di mano più lussuosa – fondamentale per un IEM al prezzo di due e mezzo di larghezza. Gli LCDi4 sono prodotti nello stabilimento di Audeze LCDi4 in California: dai un’occhiata al nostro tour della fabbrica qui.

Con un fattore di forma in gran parte simile a iSine 10/20, ma tutto il resto si è spostato sul mercato, è facile vedere semplicemente LCDi4 come IEM di punta di Audeze LCDi4, progettato principalmente per l’uso portatile.

Dal produttore: “Progettato per offrire all’utente un palcoscenico veramente ampio e preciso, una risposta ai transienti superiore, una risposta dei bassi piatta da 900 Hz fino a 5 Hz, LCDi4s con un singolo driver offre una coerenza del suono che manca nei design multi-driver.”

Come ci si potrebbe aspettare, la qualità del suono dell’LCDi4 è migliore dell’iSine 20, in particolare per quanto riguarda la carica dei bassi e i dettagli strutturali, ma anche per la trasparenza e la finezza complessive. Ascoltare il potente sogno americano di LCD Soundsystem è una rivelazione: scala, dramma, impatto, finezza. Ancora di più rispetto alla prima generazione di Layla di JH Audio, e questo sta dicendo qualcosa.

Con una presa analogica da 3,5 mm per iPhone 6S Plus che invia Spotify, LCDi4 rimane in grado di fornire un suono davvero impressionante. Prenderei felicemente la combinazione Audeze LCDi4/ Apple più carnosa e dal suono più muscoloso sulle ammiraglie più pulite e dal suono più scattante di Noble Audio, Campfire Audio e Fitear (ibrido), anche con un passo avanti dal Chord Mojo.

Il suono LCDi4 è notevolmente più dettagliato del Campfire Andromeda (US $ 1099), offre un palcoscenico più alto e profondo del Noble Katana (US $ 1850) e mostra un tocco notevolmente dinamico rispetto al Fitear Air (un ibrido dinamico / BA a ~ US $ 1500). Gli LCDi4 sono più costosi ma ottieni davvero quello per cui paghi. I miglioramenti apportati dall’Audeze su questi concorrenti non sono minori.

L’LCDi4 fa un lavoro migliore nel rivelare molte delle sottigliezze che scorrono nelle vene di Una comprensione più profonda della guerra alla droga. La saturazione del colore tonale e la massa acustica sono i punti in cui LCDi4 si spinge più avanti in questo scheletro. La chitarra e il piano elettrico connotano più realismo e gli arrangiamenti occasionalmente complessi dell’album sono elegantemente separati dagli auricolari Audeze LCDi4 di altissimo livello ma – e questo è importante – senza un colpo alla massa acustica.

Come l’iSine 20 prima di loro, l’LCDi4 rende la musica più grande e più sostanziale rispetto alla maggior parte degli altri IEM. L’abbondante fascia bassa dell’LCDi4 probabilmente respingerà la maggior parte degli sfidanti, incluso l’iSine 20, alle corde.

Separare l’LCDi4 dalle migliaia (letteralmente) di armature bilanciate e driver dinamici IEM in arrivo sul mercato nel 2017 è ciò che si nasconde sotto la sua griglia dorata: un singolo driver magnetico planare da 3 cm che non richiede crossover. È questo che cosa suonano questi Audeze LCDi4 IEM in modo così puro, così raffinato e allo stesso tempo così d’impatto e drammatico?

Audeze LCDi4

Con delta di prestazioni di notevole entità che si manifestano tra LCDi4 e altri auricolari, potremmo preoccuparci per il futuro dei produttori IEM di fascia alta rivali se non fosse per il significativo caso d’uso di Audeze IEM: come l’iSine 10/20 , il design con retro aperto dell’LCDi4 significa (alcuni) perdite di suono verso l’esterno e non siamo completamente isolati dal rumore esterno. Quest’ultimo potrebbe essere ottimo per la sicurezza dei pedoni del centro città, ma priva l’esperienza di ascolto di una certa intimità sigillata.

Qui, il Campfire, il Noble e il Fitear vanno dove l’LCDi4 non può: negli uffici aperti o in metropolitana ma senza perdite di suono che disturbano i colleghi o gli altri passeggeri, garantendo così un’esperienza di ascolto più intima quando / dove ne abbiamo più bisogno.

Nel nostro contesto audio portatile predeterminato, gli Audeze sono particolarmente attenti al loro ambiente. Chiedono una stanza tranquilla per suonare al meglio.

Ascoltando a casa con iFi micro iDSD Black Label (recensione qui), LCDi4 traccia una linea di base dalla quale è possibile giudicare anche le cuffie di dimensioni standard. L’LCDi4 sfida le aspettative di offrire un headstage più ampio e un impatto dei bassi più pesante rispetto al Sennheiser HD800S. Si, seriamente.

Forse, dopotutto, gli LCDi4 non sono solo per il piacere portatile. L’esperienza di prima mano mi dice che sono altrettanto adatti all’ascolto domestico e sono ideali per coloro che non amano la massa e il peso dei telefoni overhead e over-ear.

Come il materiale promozionale di Audeze LCDi4 ci tiene a sottolineare, gli LCDi4 sono una versione ridimensionata del loro ammiraglio circumaurale LCD4, mirati agli ascoltatori (come

e tuo sincero) che si tirano indietro alla loro massa: 600g.

Entrambi gli auricolari LCDi4 mettono un peso combinato di 24 g sulla bilancia e mantengono il driver spesso mezzo micron del fratello più grande, l’array di magneti Fluxor e la bobina mobile Uniforce per compensare una distorsione inferiore all’1% (secondo le specifiche pubblicate da Audeze LCDi4). Una minore distorsione tende a portare a una migliore qualità del suono. Secondo il loro produttore, ogni auricolare LCDi4 “è assemblato individualmente con cura e abbinato entro +/- 1 dB l’uno dall’altro”.

Fare clic qui per il white paper di Audeze sui magneti Fluxor. Per una spiegazione più concisa della bobina mobile Uniforce mi sono rivolto al CEO di Audeze Sankar Thiagasamudram: “In qualsiasi circuito magnetico, la densità del flusso varia. È più forte sotto i magneti. Le tracce del circuito vengono modificate in modo che la forza generata sia uniforme. L’intera superficie si muoverà all’unisono mentre la forza viene distribuita uniformemente su tutta la superficie. Quindi Uniforce. “

Ulteriore allontanamento dell’LCDi4 dal posizionamento portatile a tempo pieno è l’inclusione di un cavo di fascia alta: cavo intrecciato in rame OCC crio-trattato argentato. Non è molto diverso da altri IEM di punta. Ciò che spicca qui è ciò che manca: un cavo Cipher Lightning per il collegamento iOS e l’ottimizzazione SQ basata su DSP (fornito come extra opzionale con iSine 10/20)

Curiosamente, l’iPhone 6S Plus produce un risultato più vibrante dal driver da 35 Ohm di LCDi4 rispetto al più educato Sony NW-ZX2. Salendo e entrando nel Chord Mojo, l’LCDi4 risponde molto favorevolmente al suo extra go juice, la loro ricca sostanza carnosa in grado di assorbire la versione più effervescente del Mojo (rispetto all’iFi) nella conversione D / A e nell’amplificazione delle cuffie.

Sostituendo il Mojo con l’Hugo 2 dal suono superiore (recensione qui), mi chiedo ad alta voce: questo accoppiamento è il sistema audio portatile con il miglior suono del pianeta? Probabilmente. E non solo per gli headphiles irriducibili, ma per molti dei DJ del mondo che si guadagnano una fetta di torta da tour senza fine ma il cui profilo di artista richiede che la musica continui mentre sono in viaggio. Gli LCDi4 (e Hugo 2) sono ideali per i DJ attenti alla rinfusa che accendono un laptop e Ableton nelle lounge degli aeroporti e nelle camere d’albergo.

Nell’home studio, il monitoraggio del mix basato sulle cuffie rimuove la colorazione della stanza che affligge i monitor attivi, nonché la possibilità di interruzioni dei vicini. La carica della batteria di Hugo 2 fa fluire la creatività, anche quando l’alimentazione derivata dalla presa di corrente non lo fa. Insieme, il mattone Chord e gli IEM Audeze, questi ultimi riposti nella loro custodia per il trasporto poco robusta, sono facilmente tascabili.

Come evidenziato dalla presenza di Audeze LCDi4 al Superbooth 2017, oltre alla conferma del direttore marketing Mark Cohen a Monaco di Baviera due mesi dopo, sappiamo che Audeze sta prendendo seriamente l’obiettivo del mercato dell’audio professionale.

È ora di concludere? Non proprio.

Per una svolta in questa storia audio portatile di fascia alta, torniamo a casa a Roon il cui “ Core ” ora implementa DSP (elaborazione del segnale digitale) lato server per sovracampionamento, EQ regolabile dall’utente e, più recentemente, preset specifici per tutte le attuali cuffie Audeze LCDi4 modelli, anche quelli che non vengono forniti con un cavo Cipher caricato con DSP.

Audeze LCDi4 in-Ear Headphones Planar...
4 Recensioni
Audeze LCDi4 in-Ear Headphones Planar...
  • L'esclusiva tecnologia magnetica planare di Audeze per un palco sonoro davvero ampio e preciso
  • Film ultra sottile che offre una risposta in frequenza eccezionale e un comportamento transitorio eccellente

Roon ha collaborato con Audeze per portare i miglioramenti udibili dei loro cavi Cipher alimentati da DSP a, secondo l’opinione di chi scrive, il miglior software di streaming del mondo.

Sankar Thiagasamudram spiega: “Dopo aver utilizzato il motore DSP Roon e visto quanto fosse facile ottenere il suono che volevo dalle mie lattine, ci siamo avvicinati a Roon e hanno immediatamente visto il potenziale per attirare gli utenti delle cuffie. Hanno fatto tutto il lavoro dell’interfaccia utente, abbiamo solo fornito la grafica ei filtri preimpostati per farlo. Per i preset Roon forniamo filtri per tutte le frequenze di campionamento comunemente utilizzate da 44,1 kHz a 768 kHz. Roon sceglie il filtro alla frequenza di campionamento appropriata per la cuffia selezionata. Ciò garantisce che i filtri non vengano ricampionati e quindi la loro risposta di fase o risposta in frequenza non venga alterata in alcun modo. “

“Molti utenti Roon con altoparlanti utilizzano già Roon DSP per la correzione della stanza. Poiché la correzione della stanza è specifica sia della stanza che dell’altoparlante, questa deve essere eseguita manualmente. Con le cuffie è molto facile fornire una soluzione chiavi in ​​mano. Nessun aggiustamento o lavoro di congettura, basta fare clic e ascoltare. Se necessario, puoi personalizzare anche i preset. “

“Abbiamo sempre avuto un oratore di riferimento. Anche quando è stato progettato l’LCD-2 originale. Il nostro obiettivo è sempre stato quello di far suonare le nostre cuffie come un buon paio di altoparlanti in una stanza ben curata. Abbiamo quella che chiamiamo la curva della casa di Audeze. Questa è la nostra curva target per tutti i progetti di cuffie quando li progettiamo. “

L’ingegnere di Audeze Karthick Manivannan ci porta più in basso nella tana del coniglio delle informazioni tecniche: “Non esiste una curva target specifica come quella di Harman che puoi mettere su carta poiché la nostra esperienza ci ha dimostrato che queste curve target saranno diverse anche sullo stesso impianto di misurazione a seconda del fattore di forma e della geometria del padiglione auricolare. “

“Il cavo Cipher per SINE ed EL-8 ha un semplice potenziamento dei bassi. Per iSine10 / 20, utilizza una curva target t

cappello lo porta molto vicino alla nostra curva target della casa per gli auricolari. “

“Anche se abbiamo ridotto tutti i cicli di clock che potevamo ottenere dal cavo Cipher, è ancora limitato dall’hardware. Con Roon, abbiamo un’architettura DSP molto più potente e anche tutta la potenza di calcolo di cui abbiamo bisogno. Questo ci ha permesso di creare preset più precisi e ci permette di avere un controllo preciso sia della risposta di fase che di frequenza. “

“Il termine” neutro “mira a creare una presentazione naturale come essere presenti a un concerto dal vivo. In questo senso non esiste una curva target specifica come quella di Harman che puoi mettere su carta poiché la nostra esperienza ci ha dimostrato che le curve target saranno diverse anche sullo stesso impianto di misurazione in base al fattore di forma e alla geometria dei padiglioni. “

Alimentato da un DAC / amplificatore per cuffie e alimentato da un endpoint Roon Ready o da un Mac / PC, qualsiasi cuffia Audeze può avere un preset SQ personalizzato applicato tramite il pannello delle impostazioni DSP dell’endpoint. Come tocco di classe, la grafica per la cuffia Audeze in uso viene visualizzata sul lato destro della barra di riproduzione.

Manivannan ancora: “Un modo in cui guardiamo a questo è che la maggior parte dei nostri clienti ama già le nostre cuffie fuori dagli schemi. Attraverso i preset Roon, stiamo fornendo un altro sapore dei loro Audez. In un certo senso sono due cuffie in una. I nostri driver hanno una distorsione molto bassa e una risposta lineare e rispondono in modo lineare a qualsiasi cambiamento che viene fatto nella risposta in frequenza. Quando esegui una misurazione e aggiungi un preset su carta, ciò che vedi è molto vicino a quello che otterrai se misuri le cuffie con il preset applicato. “

Con Hugo 2 che alimenta LCDi4 e alimentato digitalmente dal microRendu Roon Ready, ho applicato il preset Audeze appropriato. Qui il DSP-d prende suoni più pieni, più ricchi e più caldi della fornitura audio digitale bitperfetta. Più evidente è il modo in cui il DSP applicato da Roon rende il suono della gamma media di LCDi4 meno pesante. Dopo aver disattivato il preset Audeze, le voci suonano in qualche modo intrappolate in una scatola di cartone – una qualità che non sento con il DSP attivato.

Questi risultati LCDi4 sono stati verificati in modo incrociato con Sine DX su orecchio con retro aperto Audeze. Ancora una volta, il Roon DSP produce una fascia bassa più piena e ricca senza la scatola di cartone nella voce – quest’ultima si sente solo per la prima volta dopo aver disattivato il DSP specifico per Sine DX.

Due cuffie in una? Sì, ma con il DSP-d chiavi in ​​mano il suono è il più convincente dei due. Inoltre, i filtri basati su Roon di Audeze sono più potenti di quelli incorporati nell’Hugo 2 (o in qualsiasi altro DAC ascoltato da questo revisore). Una scoperta che potrebbe portare a qualche brontolio indotto dalla FOMO da parte dei proprietari di cuffie Audeze esistenti che non sono disposti a pagare i $ 500 per la fornitura a vita di Roon.

Che ne dici di portare questo DSP che migliora la SQ su altre app di riproduzione, ad esempio Audirvana Plus?

È già sulla tabella di marcia. Thiagasamudram elabora:

“Roon e Audirvana + adottano un approccio molto diverso quando si tratta di personalizzazione basata su DSP. Nella mia interazione con il team Roon, Roon preferisce utilizzare i miglioramenti DSP incorporati e mantenere il pieno controllo del flusso digitale fino a quando non lascia l’endpoint di Roon e la loro filosofia non ammette plug-in di alcun tipo (VSt / AU ecc.). L’unico modo per ottenere i preset Audeze è stato lavorare direttamente con loro.

“Con Audirvana +, la soluzione è abbastanza semplice. Audirvana + supporta i plugin AU. Il plug-in REVEAL che rilasceremo il mese prossimo supporta VST, AU e AAX. Tutto ciò che gli utenti Audirvana + devono fare è scegliere il plugin REVEAL. Il plug-in REVEAL utilizza esattamente gli stessi preset. “

In altre parole, Audeze presto regalerà a chiunque utilizzi le proprie cuffie in tandem con un software di riproduzione compatibile VST / AU / AAX con un suono migliore, in particolare prendendo il settore audio professionale e / o coloro che cercano di elevare il suono del proprio LCDi4 (o altro Cuffie Audeze) ma senza Roon. Ognuno vince.

Con Roon o REVEAL, l’audio portatile di fascia alta più elevato, Audeze LCDi4, la qualità del suono aumenta ancora. In tal modo, Audeze mostra la potenza chiara e presente del DSP oltre a un approccio un po ‘perfetto o muore e lascia la porta aperta per ulteriori miglioramenti codificati dal software lungo il percorso – non sono necessarie nuove cuffie. Audeze LCDi4 Audeze LCDi4 Audeze LCDi4 Audeze LCDi4 Audeze LCDi4 Audeze LCDi4 Audeze LCDi4 Audeze LCDi4 Audeze LCDi4 Audeze LCDi4 Audeze LCDi4 Audeze LCDi4

Audeze LCDi4 in-Ear Headphones Planar...
4 Recensioni
Audeze LCDi4 in-Ear Headphones Planar...
  • L'esclusiva tecnologia magnetica planare di Audeze per un palco sonoro davvero ampio e preciso
  • Film ultra sottile che offre una risposta in frequenza eccezionale e un comportamento transitorio eccellente

Lo Staff consiglia di leggere anche:

I Best Sellers secondo gli utenti Amazon: