ASUS ROG Strix SCAR 17 Recensione

ASUS ROG Strix SCAR 17

IL BENE

robusta qualità costruttiva, design più pulito e migliore controllo sugli elementi RGB
schermo IPS veloce e potente a 300Hz, non molto luminoso
hardware potente e prestazioni / termiche eccellenti una volta sollevato dalla scrivania
ottime temperature esterne su tutti i profili
IL CATTIVO

ASUS ROG Strix SCAR 17

nessun lettore di schede, Thunderbolt 3, fotocamera o biometria
presa d’aria limitata mentre il laptop è seduto sulla scrivania, con un impatto su temperature e prestazioni
funziona ancora rumoroso con i giochi su Turbo
piccola batteria per un notebook da 17 pollici, spazio interno inutilizzato
Per anni, i laptop Asus ROG sono stati uno standard per prestazioni full-size e computer da gioco con specifiche robuste e soluzioni di raffreddamento da abbinare.

Tuttavia, con il progresso della tecnologia e le persone che cercano opzioni più portatili, i laptop ROG di grandi dimensioni sono recentemente entrati in un cono d’ombra. Di conseguenza, Asus ha deciso di abbandonare il suo ingombrante design ROG implementato l’ultima volta nel ROG G703GX 2019, e invece integrare le specifiche di alto livello in uno chassis SCAR 17 ottimizzato con l’aggiornamento del 2020.

Qui entra nel ROG Strix SCAR 17 G732LXS, un laptop da gioco da 17 pollici basato su processori Intel 8Core i7 / i9 e un chip grafico Nvidia RTX 2080 Super 150W overcloccato, ma questa volta in un fattore di forma più compatto che pesa 2,9 chili ( vs 4,5 chili del G703) e richiede un singolo power brick a pieno carico, a differenza della generazione precedente che ne richiedeva due.

Certo, il G703 ha implementato una CPU più potente e una GPU RTX 2080 da 200 W di livello desktop, una batteria più grande e opzioni di memoria / archiviazione extra, ma tutto questo ha avuto un prezzo elevato e una portabilità limitata, e ritengo che il modello più recente sia un notebook più equilibrato. Tuttavia, la grande domanda è come il modello ridisegnato gestisce carichi impegnativi e giochi in termini di prestazioni generali, livelli termici e di rumore, e risponderemo a queste domande in questo articolo.

ASUS ROG Strix SCAR 17

Abbiamo trascorso l’ultimo mese con questo ROG Strix SCAR 17 e lo abbiamo messo alla prova per raccogliere tutte le impressioni e i pensieri in questa recensione, quindi saprai cosa aspettarti da questo prodotto e se questo è l’acquisto giusto per te o no.

The specs sheet as reviewed

ASUS ROG Strix SCAR 17 G732LXS
Screen17.3 inch, 1920 x 1080 px resolution, IPS, 300Hz, matte, AU Optronics B173HAN05.1  panel
ProcessorIntel Comet Lake Core i7-10875H, 8C/16T (i9-10980HK option also available)
VideoIntel UHD and Nvidia GeForce RTX 2080 8GB (150W, Overclocked, GeForce 446.14), with Optimus
Memory32 GB DDR4 3200 MHz (2x DIMMs)
Storage2x 1 TB PCIe SSD in RAID0 (Samsung PM981), 3x M.2 slots, with RAID 0/1 support
ConnectivityWiFi 6 (Intel AX201) 2×2 with Bluetooth 5.0, Gigabit LAN (Realtek RTL8168/8111)
Ports3x USB-A 3.2 gen1, 1x USB-C gen2 with video&data, HDMI 2.0b, LAN, headphone&mic, Kensington Lock
Battery66 Wh, 280 W power adapter
Size400 mm or 15.74” (w) x 293 mm or 11.53” (d) x 27.9 mm or 1.1” (h)
Weight2.91 kg (6.4 lb), .92 kg (2.02 lbs) power brick and cables, US version
Extrasper-key RGB backlit keyboard with NumPad, 2x 4.2W bottom stereo speakers, no included webcam, Keystone


La nostra unità è uno dei primi campioni offerti da Asus ai fini di questa recensione e ha funzionato proprio come ci aspetteremmo dai modelli finali al dettaglio.

Le configurazioni Retail 2020 ROG Strix SCAR 17 G732LXS potrebbero ottenere diverse quantità di memoria e spazio di archiviazione, ma lo stesso schermo da 300 Hz, la GPU RTX 2080 da 150 W e un processore i7-10875H o i9-10980HK. Abbiamo anche esaminato l’i9-10980HK nello chassis ROG Scar 15 e incluso i nostri risultati in questo articolo, quindi saprai anche cosa aspettarti da quella configurazione.

ASUS ROG Strix SCAR 17

Esistono anche varianti ROG Scar 17 2020 di livello inferiore più convenienti con grafica RTX 2060 90W (G732LVS) o RTX 2070 Super 115W (G732LWS), e quelle sono leggermente più sottili e leggere e ottengono un design termico semplificato rispetto all’LXS recensito Qui. Potremmo testare anche il G732LWS se c’è abbastanza interesse.

Nel frattempo, segui questo link per le configurazioni e i prezzi aggiornati nella tua regione nel momento in cui stai leggendo questo articolo.

Design ed esterno
La gamma ROG Strix Scar è stata completamente ridisegnata nel 2019 e gli aggiornamenti 2020 sono costruiti sullo stesso telaio.
La variante da 17 pollici è abbastanza compatta, ma ancora un po ‘più lunga di altri laptop della sua categoria, con un grande mento sotto lo schermo e una gobba dietro, che ospita parti del modulo termico. Inoltre, questa particolare variante G732LXS ha un pannello inferiore più spesso, al fine di ospitare il modulo termico più robusto necessario per raffreddare i processori Comet Lake affamati di energia e la GPU da 150 W.

Asus ROG Strix SCAR 17 – esterno
Asus ROG Strix SCAR 17 – interno
Asus ROG Strix SCAR 17 – profilo
Asus ROG Strix SCAR 17 – cornici per schermi

ASUS ROG Strix SCAR 17

Per quanto riguarda il peso, questo fa pendere la bilancia a circa 2,9 kg (6,4 libbre), con il power brick da 280 W incluso che rappresenta 0,92 kg (2 libbre) in più nello zaino. Dovrai portare sempre con te questo caricatore principale, poiché il laptop non durerà molto a batteria e non supporta la ricarica USB-C

.

Per quanto riguarda la scelta dei materiali, il coperchio del laptop è realizzato in alluminio, con quella che sembra una finitura anodizzata, ma l’interno e il pannello a D sono in plastica. Il poggiapolsi è liscio e potrebbe non sembrare premium come alcune delle opzioni in metallo disponibili, specialmente quelle nello spazio sottile e leggero, come le lineup Asus ROG Zephyrus o Razer Blade, ma potrei conviverci va bene.

Non sono interamente venduto sulle linee di design, tuttavia, con gli elementi grafici all’interno e gli elementi RGB: il logo ROG sul coperchio e l’enorme striscia di luce nella parte inferiore. Capisco che ad alcuni potrebbero piacere, e sento che la striscia luminosa sembra fresca al buio, ma il logo illuminato ROG non è qualcosa che personalmente apprezzo.

Almeno Asus offre finalmente il controllo individuale su questi elementi RGB ora, quindi puoi spegnerli se vuoi. Ciò è possibile nel software Aura Creator, dove il logo ROG e gli elementi della barra luminosa sono impostati come opzioni individuali, ma il software non è così intuitivo e ho dovuto guardare un tutorial per capirlo.

ASUS ROG Strix SCAR 17

A parte questi, il laptop è sicuramente molto ben costruito, con uno chassis principale robusto, nessuna flessione nel deck della tastiera e uno schermo robusto, tenuto in posizione da due robusti cardini. Consentono di sollevare facilmente il display e regolare l’angolo con una sola mano, nonché di inclinarlo indietro di circa 145 gradi, il che è OK per un laptop da 17 pollici di dimensioni standard che trascorrerà la maggior parte del suo tempo su un scrivania.

Asus ha anche implementato piedini in gomma aderenti (ma piccoli e sottili, e ne parleremo ulteriormente nella sezione delle termiche) piedini in gomma che lo tengono ben ancorato alla scrivania, assicurandosi di smussare e arrotondare i bordi e gli angoli. Sentirai comunque la pressione del labbro anteriore sui polsi in alcune situazioni, a causa del profilo più spesso del laptop, ma questo non sarà un problema su una scrivania più grande con ampio supporto per le braccia.

Guardando il design del pannello D, noterai che questa implementazione ottiene ampi tagli di aspirazione sopra le ventole, con alcuni altri tagli in determinate posizioni. Questo è diverso dal design che Asus implementa su Scar 15. Non ci sono ancora tagli audio nel pannello inferiore, poiché il suono esce da alcuni tagli stretti sui lati.

Asus ROG Strix SCAR 17 – striscia luminosa
Asus ROG Strix SCAR 17 – labbro anteriore
Asus ROG Strix SCAR 17 – indietro

Per quanto riguarda l’IO, è distribuito sui bordi sinistro e posteriore, con il solo destro che include la chiave di volta. Questo è un espediente nel mio libro e non lo commenterò ulteriormente.

ASUS ROG Strix SCAR 17 G732LW-EV033T,...
204 Recensioni
ASUS ROG Strix SCAR 17 G732LW-EV033T,...
  • Notebook con display ultra-responsive di livello gaming con frequenza di aggiornamento 144hz che fornisce immagini fluide e accurate
  • Tastiera rgb per-key con singoli tasti personalizzabili per una facile navigazione visiva verso i comandi e una lunga durata di sessioni di giochi

È bello vedere le porte e la spina di alimentazione sul retro, tuttavia, consentendo lati sgombri quando si collegano le periferiche. Vedrai ancora i cavi attraverso lo strano ritaglio sotto lo schermo, il cui scopo è visualizzare i LED di stato con il coperchio chiuso, poiché sono ancora posizionati appena sotto lo schermo. Sono scuri però e appena, appena percettibili quando si utilizza il laptop al buio.

E lo è anche il pulsante di accensione sempre acceso, anche se spero che Asus affronti entrambi questi problemi nel futuro aggiornamento SCAR del 2021, implementando il loro nuovo pulsante di accensione con il sensore dito intelligente e lanciando i LED di stato sui lati.

Tornando a quelle porte, però, devo menzionare che la porta USB-C non supporta ancora Thunderbolt 3 o la ricarica, solo dati e video DP, e non c’è un lettore di schede, e penso solo che implementarne uno lo farebbe sono stati più utili di quella chiave di volta. E mentre stiamo puntando, questa generazione di SCAR non ha ancora alcun tipo di biometria o webcam interna.

ASUS ROG Strix SCAR 17

Tastiera e trackpad
La tastiera della serie ROG Strix SCAR è simile a quelle che Asus ha anche messo sul loro ROG Zephyrus S15, ma include una sezione NumPad su questo modello da 17 pollici.

Asus ROG Strix SCAR 17 – tastiera e clickpad

È un layout chiclet standard con tasti freccia distanziati ma piccoli, un tastierino numerico più stretto e un set aggiuntivo di tasti multimediali in alto a sinistra.

I tasti sono rivestiti in modo morbido e risultano piacevoli al tatto, e l’implementazione complessiva è rapida e silenziosa. Tuttavia, proprio come sull’S15, il punto di attivazione profondo e la maggiore resistenza degli interruttori mettono a dura prova la mia precisione, poiché qualcuno era abituato a tastiere più morbide e meno profonde disponibili sugli ultrabook in questi giorni. Ti piacerà molto di più se provieni da un laptop più vecchio o da una tastiera desktop.

L’illuminazione è luminosa e uniforme e consente il controllo RGB per tasto, con un paio di effetti disponibili nell’app Armor Crate. La scritta F1-F12 sulla riga superiore dei tasti funzione non è retroilluminata, quindi trovare il tasto giusto al buio è un gioco d’ipotesi e richiede tempo per abituarsi.

A parte questo, c’è ben poco di cui lamentarsi. La luce non si insinua da sotto i tasti, c’è un indicatore fisico nel tasto BLOC MAIUSC e l’illuminazione si attiva con un leggero tocco sul touchpad.

colpo della tastiera

ASUS ROG Strix SCAR 17

Asus ROG Strix SCAR 17 – illuminazione

A proposito, per il mouse Asus è andato con una superficie di plastica abbastanza piccola e inamovibile, con pulsanti di clic dedicati lisci. Funziona bene con l’uso quotidiano e i gesti,

ma la superficie continua a vibrare quando viene picchiata.

Per quanto riguarda la biometria, non ce ne sono su questo ROG Strix SCAR 17 2020.

Schermo
Proprio come ci si aspetterebbe da un laptop da gioco adeguato, questo è dotato di un display opaco IPS FHD da 300 Hz e 3 ms (lo stesso Asus include anche sul ROG Zephyrus S17), un’opzione eccellente per l’uso quotidiano e un’opzione eccellente per i giochi .

Tuttavia, non c’è supporto GSync sulla serie Scar, a differenza di alcuni modelli Zephyrus S di alto livello o del precedente ROG G703. Invece, questo ottiene solo una modalità Optimus.

L’implementazione di GSync su questa configurazione avrebbe richiesto una riprogettazione della scheda madre, al fine di accogliere lo switch MUX richiesto, e Asus ha deciso di non farlo su questa generazione. In tutta onestà, il supporto GSync non è richiesto su un pannello a 300 Hz, anche con questo tipo di specifiche hardware, ed è disponibile per monitor esterni.

ASUS ROG Strix SCAR 17

Gaming a parte, il pannello offre neri profondi e un eccellente contrasto, ampi angoli di visione e colori piuttosto buoni, con una copertura AdobeRGB del 72% nei nostri test. Non è molto luminoso, tuttavia, con una luminosità massima misurata di 334 nits con impostazioni predefinite, ma è uno dei migliori in termini di uniformità dell’illuminazione e abbiamo solo una quantità limitata di light bleeding attorno ai bordi, a differenza di altri Pannelli a 300 Hz testati di recente.

Ecco cosa abbiamo ottenuto nei nostri test, con un sensore X-Rite i1 Display Pro:

ID hardware pannello: AU Optronics AUO519D (B173HAN05.1);
Copertura: 97,0% sRGB, 72,6% AdobeRGB, 74,8% DCI P3;
Gamma misurata: 2,19;
Luminosità massima al centro dello schermo: 334 cd / m2 a potenza;


Luminosità minima al centro dello schermo: 15,66 cd / m2 all’accensione;
Contrasto alla massima luminosità: 1360: 1;
Punto bianco: 7400 K;
Nero su luminosità massima: 0,24 cd / m2;
PWM: No.
Risposta: 5,6 ms GtG (sorgente).

La calibrazione del pannello per affrontare il punto di bianco predefinito inclinato limita la luminosità massima a circa 300 nit, che va perfettamente bene per l’uso in interni, ma non eccezionale per gli ambienti con luce intensa.

ASUS ROG Strix SCAR 17

Hardware e prestazioni
Il nostro modello di test è una configurazione top-specificata dell’Asus ROG Strix SCAR 17, nella configurazione G732LXS con un processore Intel Core i7-10875H, 32 GB di RAM DDR4 3200 MHz, 2 TB di storage in Raid0 e doppia scheda grafica: il Nvidia RTX 2080 Super dGPU e Intel UHD all’interno della piattaforma Intel. Copriremo anche l’opzione CPU i9-10980HK disponibile su questo laptop e il suo confronto con l’i7.

Prima di procedere, tieni presente che la nostra unità di prova è un modello di prima produzione con il software disponibile a partire da fine maggio 2020 (BIOS 303, Armory Crate 2.7.8, driver GeForce Game Ready 446.14). Sulla base dei nostri risultati e della nostra esperienza con queste piattaforme, molto poco può cambiare con i futuri aggiornamenti software, quindi i nostri risultati sono principalmente quelli che otterrai con i modelli di vendita al dettaglio.

Per quanto riguarda le specifiche, lo Strix SCAR 2020 ottiene un processore Intel Comet Lake i7-10875H 8Core o i9-10980HK 8Core. La seconda è una versione con clock più alto della prima, in grado di funzionare a frequenze Turbo e singole più alte, se viene fornita abbastanza energia. Il modello Scar 17 viene fornito con la CPU Core i7, ma abbiamo anche testato l’opzione Core i9 sullo chassis Scar 15 simile.

Per quanto riguarda la GPU, quello che abbiamo qui è il Nvidia 2080 Super di alto livello in un’implementazione a piena potenza da 150 W, ma con limiti di TDP e frequenza variabili tra le diverse modalità di prestazione disponibili in Armory Crate:

Silenzioso: dà la priorità a un minore rumore della ventola e riduce la velocità e la potenza di CPU / GPU – GPU è limitata a 115 W;
Prestazioni – profilo bilanciato con impostazioni CPU / GPU stock – GPU funziona a 150 W e frequenze stock;


Turbo: profilo ad alte prestazioni con maggiore allocazione di potenza della CPU e GPU overcloccata (150 W, core +100 MHz / memoria + 130 MHz).
Manuale: come Turbo, ma consente di creare manualmente le curve della ventola per CPU e GPU in base alle soglie di temperatura, oltre a un ulteriore overclock della GPU.
Il modulo termico su questa versione di Scar 17 è rinforzato per far fronte alla GPU da 150 W, mentre i modelli RTX 2070 standard ottengono lo stesso raffreddamento dal modello 2019, destinato a gestire una GPU da 115 W. Asus applica anche un composto di metallo liquido sulla CPU dalla fabbrica su tutta la gamma ROG 2020, che in qualche modo aiuta a ridurre le temperature.

ASUS ROG Strix SCAR 17

La piattaforma Intel aggiornata supporta anche la memoria DDR4 a 3200 MHz. La nostra configurazione prevede 32 GB di RAM in dual-channel e all’interno sono disponibili due DIMM, quindi puoi installare fino a 64 GB di memoria su questo laptop con le memory stick giuste.

Per quanto riguarda l’archiviazione, la nostra unità ottiene due SSD Samsung PM981 in Raid0, costituendo una delle soluzioni di archiviazione più veloci disponibili per i laptop, oltre alle implementazioni collegate alla CPU disponibili su alcuni modelli. Le configurazioni di vendita al dettaglio potrebbero non essere fornite con le unità Samsung PM981, quindi potresti voler ricontrollare questo dettaglio con il fornitore.

Raggiungere i componenti è abbastanza semplice. È necessario rimuovere il pannello posteriore che è tenuto in posizione da alcune viti Philips, tutte visibili intorno ai lati. Tuttavia, la parte posteriore è attaccata al laptop principale con due nastri

alimentare le strisce LED, quindi attenzione a non interrompere i collegamenti. All’interno avrai anche accesso al modulo termico, alla batteria, agli altoparlanti, al chip wifi e ai tre slot SSD. Questo aggiornamento Scar del 2020 non include più uno storage bay da 2,5 “, che è stato sostituito con due slot M.2 aggiuntivi, per un totale di tre.

ASUS ROG Strix SCAR 17

Asus ROG Scar 17 – interni e smontaggio
Asus ROG Scar 17 – batteria, altoparlanti
Asus ROG Scar 17 – archiviazione

Noterai che molto spazio rimane inutilizzato su questo design riciclato una volta che il 2,5 “è stato sostituito con due slot M.2 aggiuntivi. Con alcune modifiche, Asus avrebbe potuto spostare quegli SSD di lato e liberare spazio per una batteria di grandi dimensioni, e avrebbero potuto includere anche un lettore di schede SD sul bordo destro. O altoparlanti più grandi.

Questo ROG Strix Scar 17 non è solo un laptop ad alte prestazioni, può anche gestire il multitasking, la navigazione e il video di tutti i giorni, mentre funziona in modo silenzioso e freddo sul profilo Silent. Ecco cosa aspettarsi:

Tuttavia, non lo comprerai per Netflix, quindi i carichi impegnativi sono dove la piattaforma brilla.

Su quelli, inizieremo testando le prestazioni della CPU nei carichi di tassazione, e lo facciamo eseguendo Cinebench R15 per oltre 15 volte in un ciclo, con un ritardo di 2-3 secondi tra ogni corsa.

ASUS ROG Strix SCAR 17

Con le impostazioni Turbo di serie, il processore i7 si stabilizza a 70 + W, che si traduce in frequenze di 3,5+ GHz e temperature di ~ 70 C, oltre a punteggi di ~ 1550 punti.

La sottotensione è disabilitata per impostazione predefinita con il BIOS al dettaglio su i7 Scar da 17 pollici, ma è presente un’opzione di controllo della tensione nelle impostazioni BIOS avanzate, che consente la sottotensione a livello di BIOS fino a -80mV. Il nostro campione ha funzionato stabilmente a -80 mV, che si sono tradotti in 3,7+ GHz sostenuti e punteggi di 1600+ punti, all’interno dello stesso inviluppo di potenza di 70 W.

Il passaggio alla modalità Performance restituisce punteggi simili, allo stesso limite di potenza di 70 W, ma con ventole più silenziose e temperature leggermente più elevate di 73+ C.Il profilo Silent, d’altra parte, limita il processore a 45+ W.

Infine, con la batteria, la potenza è limitata fino a 45 W in modalità Performance (in questo caso il Turbo è disabilitato). Dettagli di seguito.

In confronto, il processore i9 del ROG SCAR 15 si stabilizza a 80 + W e funziona con clock leggermente più alti. Inoltre è arrivato con un overvolt applicato predefinito +50 mV (quindi si riscalda rapidamente in questo test) e con supporto XTU (insieme all’opzione di sottotensione BIOS).

Siamo stati in grado di ridurre la tensione a -80 mV, ma con crash occasionali in carichi combinati, quindi siamo tornati a -50 mV per evitare problemi di stabilità. Ha comunque finito per superare l’i7-10875H di oltre il 10% in questo test.

ASUS ROG Strix SCAR 17

In tutta onestà, tuttavia, molto probabilmente abbiamo colpito un cestino scarso su questo modello Scar 17, poiché lo stesso processore i7-10875H ha funzionato leggermente meglio nel più piccolo Zephyrus S15 e nel Gigabyte Aorus 17G da 17 pollici testato di recente.

Tuttavia, tutti questi processori Intel Comet Lake richiedono molta potenza al massimo carico, e il fatto che i processori Ryzen 7 e 9 nel più compatto Zephyrus G14 finiscano per abbinare l’i7-10875 a quasi la metà del consumo energetico (35W vs 70 W) mostra lo stato attuale della piattaforma Zen2 di AMD e quanto Intel ha bisogno per recuperare il ritardo con il proprio hardware di nuova generazione. L’i9 finisce ancora per superare le CPU Ryzen, ma sotto tensione, funzionando a 80 + W e con un raffreddamento più complesso.

ASUS ROG Strix SCAR 17 G732LW-EV033T,...
204 Recensioni
ASUS ROG Strix SCAR 17 G732LW-EV033T,...
  • Notebook con display ultra-responsive di livello gaming con frequenza di aggiornamento 144hz che fornisce immagini fluide e accurate
  • Tastiera rgb per-key con singoli tasti personalizzabili per una facile navigazione visiva verso i comandi e una lunga durata di sessioni di giochi

Successivamente, abbiamo ulteriormente verificato i nostri risultati con il più lungo test in loop Cinebench R20 e il raccapricciante Prime 95. Con Prime, la CPU i7 entra in azione a circa 115 + W per circa 20-30 secondi, quindi scende e si stabilizza a 70W .

Abbiamo anche eseguito i nostri stress test combinati CPU + GPU su questo notebook, sul profilo Turbo.

Lo stress 3DMark esegue lo stesso test per 20 volte in un ciclo e cerca la variazione delle prestazioni e il degrado nel tempo, e questa unità lo ha superato senza problemi. Luxmark 3.1 carica contemporaneamente sia la CPU che la GPU. La GPU funziona costantemente a circa 150 W in questo test e la CPU si attiva inizialmente, ma poi si stabilizza a circa 50 W. A batteria, sia la CPU che la GPU scendono a livelli di potenza inferiori (30 W – CPU, 20 W – GPU).

Successivamente, abbiamo eseguito l’intera suite di test e benchmark, sul profilo Turbo di serie in Armory Crate sul modello Scar 17 testato, con il processore Core i7.

3DMark 13 – Fire Strike: 21013 (Grafica – 25277, Fisica – 20984);
3DMark 13 – Port Royal: 6152;
3DMark 13 – Time Spy: 9948 (grafica – 9968, CPU – 9840);
Test di memoria AIDA64: Scrittura: Lettura: 48533 MB / s, Lettura: 46533 MB / s, Latenza: 59,3 ns;
Uniengine Superposition – 1080p Extreme: 6473;
Freno a mano 1.3.1 (codifica da 4K a 1080p): 40,55 fps medi;
PassMark: Valutazione: 7517 (contrassegno CPU: 20780, contrassegno grafica 3D: 13522, contrassegno disco: 27491);
PCMark 10: 5746 (Essentials – 10008, Productivity – 9088, Digital Content Creation – 5663);

ASUS ROG Strix SCAR 17


GeekBench 4.4.2 64 bit: single-core: 5877, multi-core: 33437;
GeekBench 5.0.1 64 bit: single-core: 1279, multi-core: 8577;
CineBench R15 (migliore esecuzione): CPU 1858 cb, CPU Single Core 201 cb;
CineBench R20 (migliore esecuzione): CPU 3861 cb, CPU Single Core 455 cb;
x264 HD Panca

mark 4.0 a 32 bit: Pass 1 – 249,32 fps, Pass 2 – 101,18 fps;
Benchmark HD x265 a 64 bit: 36,97 s.
Per fare un confronto, prevediamo prestazioni migliorate di circa il 2-10% sul modello i9-10980HK nei carichi di lavoro pesanti della CPU, con un impatto marginale sui carichi combinati.

3DMark 13 – Fire Strike: Physics – 23523;
3DMark 13 – Time Spy: CPU – 9858;
Freno a mano 1.3.1 (codifica da 4K a 1080p): 42,65 fps medi;
GeekBench 5.0.1 64 bit: single-core: 1383, multi-core: 8793;
CineBench R15 (migliore esecuzione): CPU 1912 cb, CPU Single Core 208 cb;
CineBench R20 (migliore esecuzione): CPU 4251 cb, CPU Single Core 499 cb;
x264 HD Benchmark 4.0 a 32 bit: passa da 1 a 264,12 fps, passa da 2 a 108,88 fps;
x265 Benchmark HD a 64 bit: 35,74 s.
Tornando alla nostra configurazione i7, abbiamo anche eseguito alcuni test sul profilo silenzioso, se sei interessato a eseguire carichi impegnativi a bassi livelli di rumore (<40 dB).

ASUS ROG Strix SCAR 17

3DMark 13 – Fire Strike: 18300 (grafica – 23607, fisica – 16956);
3DMark 13 – Port Royal: 5872;
3DMark 13 – Time Spy: 8874 (Grafica – 9137, CPU – 7632);
Sovrapposizione Uniengine – 1080p Medio: 14115;
Freno a mano 1.3.1 (codifica da 4K a 1080p): 35,94 fps medi;
PassMark: Valutazione: 5626 (contrassegno CPU: 16631, contrassegno grafica 3D: 11135, contrassegno disco: 20848);
PCMark 10: 4418 (Essentials – 8164, Produttività – 6974, Creazione di contenuti digitali – 4111);


GeekBench 5.0.1 64-bit: single-core: 974, multi-core: 6983;
CineBench R15 (migliore esecuzione): CPU 1443 cb, CPU Single Core 153 cb;
CineBench R20 (migliore esecuzione): CPU 3273 cb, CPU Single Core 360 ​​cb;
x264 HD Benchmark 4.0 a 32 bit: Pass 1 – 185,02 fps, Pass 2 – 88,11 fps;
Benchmark HD x265 a 64 bit: 43,16 secondi.
Stiamo osservando una riduzione di circa il 15-25% delle prestazioni di CPU e GPU rispetto al profilo Turbo, ma abbiamo anche ridotto significativamente i livelli di rumore: fino a 39 dB a livello di testa, rispetto a 51 dB su Turbo.

Infine, abbiamo ripetuto alcuni dei test sul profilo Undervolted Turbo -80mV, che ha portato a un piccolo aumento del 2-5% nella maggior parte dei benchmark.

3DMark 13 – Fire Strike: 21663 (grafica – 26057, fisica – 21798);
3DMark 13 – Port Royal: 6180;
3DMark 13 – Time Spy: 10093 (Grafica – 10092, CPU – 10101);
PCMark 10: 5680 (Essentials – 9857, Productivity – 8855, Digital Content Creation – 5697);
GeekBench 5.0.1 64 bit: single-core: 1273, multi-core: 8577;
CineBench R15 (migliore esecuzione): CPU 1859 cb, CPU Single Core 203 cb;
CineBench R20 (migliore esecuzione): CPU 3991 cb, CPU Single Core 475 cb;
x265 Benchmark HD a 64 bit: 34,88 s.


Per quanto riguarda la GPU, è già overcloccata sul profilo Turbo (+ 1oo MHz Core, +130 MHz Memoria), e spingendola a +130 MHz Core / + 150 MHz Memoria sul profilo Manuale restituisce guadagni minimi o nulli. Questo è il motivo per cui non abbiamo perseguito ulteriori overclock nei nostri test, ma puoi approfondire questo se lo desideri, oltre a considerare un leggero sottotensione della GPU in MSI Afterburner, al fine di massimizzare le prestazioni e le temperature.

Infine, abbiamo eseguito anche alcuni carichi relativi alla workstation su questa configurazione i7, sui profili Turbo e Silent:

Blender 2.82 – Scena di auto BMW – Calcolo della CPU: 4 m 32 s (silenzioso), 3 m 44 s (Turbo), 3 m 27 s (Turbo UV);
Blender 2.82 – BMW Car scene – GPU Compute: 50s (CUDA), 26s (Optix);
Blender 2.82 – Scena della classe – Calcolo della CPU: 14 m 21 s (silenzioso), 12 m 3 s (Turbo), 11 m 17 s (Turbo UV);
Blender 2.82 – Scena della classe – Calcolo GPU: 2 m 40 (CUDA), 1 m 32 s (Optix);
Luxmark 3.1 – Luxball HDR – Punteggio CPU OpenCL + GPU: 36541 (Turbo);
SPECviewerf 13 – 3DSMax: 190.7.52 (Turbo), 164.47 (Silent);


SPECviewerf 13 – Catia: 153.45 (Turbo), 126.51 (Silent);
SPECviewerf 13 – Creo: 188,32 (Turbo), 155,77 (Silenzioso);
SPECviewerf 13 – Energia: 23.16 (Turbo), 21.14 (Silenzioso);
SPECviewerf 13 – Maya: 226.74 (Turbo), 185.05 (Silenzioso);
SPECviewerf 13 – Medico: 63.15 (Turbo), 55.79 (Silenzioso);
SPECviewerf 13 – Showcase: 115.11 (Turbo), 105.71 (Silenzioso);
SPECviewerf 13 – SNX: 22.38 (Turbo), 19.87 (Silenzioso);
SPECviewerf 13 – SW: 92.13 (Turbo), 66.87 (Silent).
Ed ecco cosa aspettarsi dal modello i9 in questi test:

Blender 2.82 – Scena auto BMW – Calcolo CPU: 3 m 27 s (Turbo), 3 m 14 s (Turbo UV);
Blender 2.82 – Scena della classe – Calcolo della CPU: 11 m 17 (Turbo), 10 m 37 s (Turbo UV).
Ora, per quanto riguarda i giochi su questo laptop, abbiamo eseguito un paio di titoli DX11, DX12 e Vulkan nelle modalità Turbo / Performance / Silent predefinite, su risoluzioni FHD (sul display del laptop) e QHD (su monitor esterno). Ecco cosa abbiamo:

Core i7-10875H + RTX 2080 Super 150W FHD Turbo FHD Turbo UV FHD Performance FHD Silent QHD Turbo, esterno
Battlefield V (DX 12, Ultra Preset, Ray-Tracing OFF) 138 fps (96 fps – 1% basso) – 130 fps (111 fps – 1% basso) 122 fps (103 fps – 1% basso) 109 fps (64 fps – 1% basso)
Battlefield V (DX 12, Ultra Preset, Ray-Tracing ON, DLSS OFF) 75 fps (56 fps – 1% basso) – 67 fps (56 fps – 1% basso) 60 fps (50 fps – 1% basso) –


Far Cry 5 (DX 11, Ultra Preset, SMAA) 105 fps (78 fps – 1% basso) 115 fps (81 fps – 1% basso) 110 fps (81 fps – 1% basso) 97 fps (57 fps – 1% bassa) 98 fps (59 fps – 1% bassa)
Middle Earth: Shadow of Mordor (DX 11, Ultra Preset) 219 fps (141 fps – 1% basso) 229 fps (146 fps – 1% basso) 239 fps (154 fps – 1% basso) 18

2 fps (110 fps – 1% basso) 209 fps (150 fps – 1% basso)
Red Dead Redemption 2 (DX 12, Ultra Optimized, TAA) 90 fps (71 fps – 1% basso) 103 fps (78 fps – 1% basso) 85 fps (66 fps – 1% basso) 76 fps (53 fps – 1 % bassa) 91 fps (66 fps – 1% bassa)
Rise of Tomb Raider (DX 12, Preset molto alto, FXAA) 135 fps (74 fps – 1% basso) 137 fps (74 fps – 1% basso) 132 fps (61 fps – 1% basso) 115 fps (56 fps – 1% basso) 111 fps (70 fps – 1% basso)

ASUS ROG Strix SCAR 17


Shadow of Tomb Raider (DX 12, Preimpostazione più alta, TAA) 113 fps (77 fps – 1% basso) 118 fps (82 fps – 1% basso) 113 fps (75 fps – 1% basso) 103 fps (54 fps – 1 % bassa) 84 fps (66 fps – 1% bassa)
Strange Brigade (Vulkan, Ultra Preset) 186 fps (136 fps – 1% basso) 192 fps (142 fps – 1% basso) 178 fps (132 fps – 1% basso) 173 fps (122 fps – 1% basso) –


The Witcher 3: Wild Hunt (DX 11, Ultra Preset, Hairworks On 4) 98-132 fps min-max
(115 fps in media, 78 fps – 1% in basso) 96-148 fps min-max
(119 fps in media, 86 fps – 1% basso) 96-134 min-max fps
(115 fps in media, 83 fps – 1% in basso) 85-113 fps min-max
(100 fps in media, 70 fps – 1% in basso) 71-101 fps min-max
(86 fps in media, 68 fps – 1% in meno)


Battlefield V, The Witcher 3 – registrato con Fraps / contatore FPS in-game in modalità campagna;
Giochi di Far Cry 5, Middle Earth, Strange Brigade, Red Dead Redemption 2, Tomb Raider – registrati con le utility Benchmark incluse;
Red Dead Redemption 2 Profilo ottimizzato in base a queste impostazioni.
I log di HWinfo di seguito mostrano le velocità e le temperature della CPU e della GPU in Farcry 5, Red Dead Redemption 2 e Witcher 3 sul profilo Turbo di serie.

Sia la CPU che la GPU si surriscaldano, con le ventole che girano a 50-51 dB a livello della testa. La CPU si stabilizza a 88-92 C nei titoli impegnativi, con la GPU in media di 82+ gradi C.Questo è circa 10 gradi in più in ogni caso rispetto al ROG G703GX del 2019.

L’undervolting fa poca differenza, in quanto consente alla CPU di funzionare a clock leggermente più alti, ma lo stesso tipo di alte temperature, senza alcun impatto sulla GPU.

ASUS ROG Strix SCAR 17 G732LW-EV033T,...
204 Recensioni
ASUS ROG Strix SCAR 17 G732LW-EV033T,...
  • Notebook con display ultra-responsive di livello gaming con frequenza di aggiornamento 144hz che fornisce immagini fluide e accurate
  • Tastiera rgb per-key con singoli tasti personalizzabili per una facile navigazione visiva verso i comandi e una lunga durata di sessioni di giochi

Invece, sollevare il laptop dalla scrivania di appena un pollice fa abbassare immediatamente le temperature in tutti i titoli testati. La GPU scende a circa 73-75 gradi in tutti i titoli e funziona con un clock fino al 10% più alto e la CPU si stabilizza a 82-88 gradi nei nostri test. Questo suggerisce praticamente un difetto di progettazione: con i minuscoli piedini in gomma e la minuscola quantità di spazio sotto il laptop, le ventole non possono aspirare abbastanza aria per raffreddare adeguatamente i componenti mentre il laptop è seduto sulla scrivania.

L’impatto è ancora maggiore sui profili Performance e Silent. Il rumore della ventola scende a circa 47-48 dB a livello di testa su Performance, con una leggera limitazione della CPU e le stesse alte temperature della GPU. Una volta spinta verso l’alto, però, la GPU è più fresca e offre prestazioni eccellenti.

In Silent, la GPU è limitata a 115 W con le ventole in funzione a 38-39 dB, ma in realtà rallenta termicamente sotto i 100 W in ogni titolo che abbiamo testato.

Una volta sollevato il laptop, tuttavia, la GPU si raffredda e funziona comodamente a 115+ W e circa 74 C, mentre la CPU è limitata a circa 25 W e temperature inferiori a 80 gradi C. Il design del pannello D aperto, con tagli di aspirazione sui fan, aiuta qui.

In questo scenario, ROG Scar 17 offre prestazioni eccellenti, quasi lo stesso tipo che ci si può aspettare da un’implementazione RTX 2070 Super o RTX 2080 Super Max-Q a tutto volume.

Ho aggiunto un rapido confronto in basso di questa Scar 17 su Silent accanto alla RTX 2070 Super 115W alimentata Scar 15 e RTX 2070 Super Max-Q alimentata Zephyrus S15, entrambe su Turbo.

FHD Silent – Cicatrice 17
RTX 2080 Super 150W
38-39 dB FHD Turbo – Cicatrice 15
RTX 2070 Super 115W
49-50 dB FHD Turbo – Zephyrus S15
RTX 2080 Super 90 + W
48-49 dB
Battlefield V (DX 12, Ultra Preset, Ray-Tracing OFF) 122 fps (103 fps – 1% basso) – 117 fps (83 fps – 1% basso)
Battlefield V (DX 12, Ultra Preset, Ray-Tracing ON, DLSS OFF) 60 fps (50 fps – 1% basso) – 68 fps (52 fps – 1% basso)
Far Cry 5 (DX 11, Ultra Preset, SMAA) 97 fps (57 fps – 1% basso) 113 fps (90 fps – 1% basso) 115 fps (92 fps – 1% basso)


Middle Earth: Shadow of Mordor (DX 11, Ultra Preset) 182 fps (110 fps – 1% basso) 145 fps (105 fps – 1% basso) 158 fps (109 fps – 1% basso)
Red Dead Redemption 2 (DX 12, Ultra ottimizzato, TAA) 76 fps (53 fps – 1% basso) 85 fps (68 fps – 1% basso) 85 fps (65 fps – 1% basso)
Rise of Tomb Raider (DX 12, Preset molto alto, FXAA) 115 fps (56 fps – 1% basso) 109 fps (68 fps – 1% basso) 136 fps (76 fps – 1% basso)
Shadow of Tomb Raider (DX 12, Preimpostazione più alta, TAA) 103 fps (54 fps – 1% basso) 101 fps (66 fps – 1% basso) 102 fps (72 fps – 1% basso)

ASUS ROG Strix SCAR 17


Strange Brigade (Vulkan, Ultra Preset) 173 fps (122 fps – 1% basso) 153 fps (117 fps – 1% basso) 156 fps (121 fps – 1% basso)
The Witcher 3: Wild Hunt (DX 11, Ultra Preset, Hairworks On 4) 100 fps avg, 70 fps – 1% basso 105 fps medio, 74 fps – 1% basso 108 fps medio, 51 fps – 1% basso
Ricorda solo che in qualche modo devi sollevare il laptop dalla scrivania per ottenere la migliore esperienza di gioco possibile, o forse metterlo su un pad di raffreddamento adeguato.

Potresti anche essere interessato a come funziona con il coperchio chiuso, quando collegato a un esterno

monitor analogico e tastiera / mouse.

Sia la CPU che la GPU si riscaldano mentre il laptop è seduto su una scrivania e le temperature scendono quando si solleva il laptop, proprio come spiegato sopra. Non ho notato alcuna differenza nei framerate o nelle temperature quando si utilizza il laptop con il coperchio aperto o chiuso in questo scenario, il che suggerisce che la stragrande maggioranza dell’aria fresca viene aspirata dal basso e non attraverso la tastiera. Inoltre, non dovresti preoccuparti del calore che influisce sullo schermo, poiché l’interno del laptop supera a malapena i 40 gradi Celsius su uno qualsiasi dei profili di potenza.

Tieni presente, tuttavia, che con le porte video posizionate sul retro, utilizzarle in un supporto verticale potrebbe essere complicato.

Infine, il gioco con la batteria non è davvero un’opzione basata sulla nostra esperienza con questo campione, poiché sia ​​la CPU che la GPU fluttuano e rallentano in questo caso.

Rumore, calore, connettività, altoparlanti e altri
Il modulo termico è stato progettato appositamente per questa RTX 2080 SUper 150 W di ROG Strix SCAR 17, con due ventole ad alta capacità e un’ampia gamma di tubi di calore e piastre termiche, con due radiatori separati sia per la CPU che per la GPU. Le ventole sono più grandi e molto probabilmente con un cfm più alto di quello che Asus implementa nella Scar 15 e nelle varianti di livello inferiore della Scar 17.

Asus applica anche un composto termico di metallo liquido sulla CPU dalla fabbrica, e il design posiziona i tagli di aspirazione nel pannello D sopra le ventole, a differenza del ROG Scar 15 da 15 pollici.

Modulo di raffreddamento e termico

Tuttavia, come spiegato sopra, un modulo termico complesso non farà molto senza un flusso d’aria adeguato attorno a quelle prese, ecco perché i componenti qui si surriscaldano finché il laptop si trova sulla scrivania e lo solleva di un pollice o due si traduce in temperature e prestazioni notevolmente migliorate.

Per quanto riguarda le temperature esterne, questo laptop a malapena supera i 40 gradi in una qualsiasi delle modalità di lavoro, con alcune piccole parti attorno ai radiatori che si riscaldano su Silent.

Entrambi i fan rimangono sempre attivi, anche con un uso leggero, ma girano silenziosamente su Silent e li noterai solo in una stanza tranquilla. Non c’erano rumori elettrici su questa unità, ma non è una garanzia che non ne avrai con la tua.

Ecco un riepilogo delle nostre misurazioni del rumore dei fan:

Turbo – 50-51 dB con giochi (47 dB Armory Crate), 50-51 dB con test ad anello Cinebench;
Prestazioni: 47-48 dB con giochi (45 dB Armory Crate), 43-44 dB con test ad anello Cinebench;
Silenzioso: 38-39 dB con i giochi (35 dB Armory Crate), 38-39 dB con test Cinebench loop, 30-33 dB con uso quotidiano.
Ed ecco cosa abbiamo misurato in termini di temperature del telaio.

  • Uso quotidiano: streaming di Netflix in EDGE per 30 minuti, profilo silenzioso, ventole a 27-33 dB (23-29 dB in Armory Crate)
  • Gaming – Turbo– riproduzione di Far Cry 5 per 30 minuti, Turbo Profile, ventole a 50-51 dB (47 dB in Armory Crate)
  • Gaming – Silent– riproduzione di Far Cry 5 per 30 minuti, Silent Profile, ventole a 38-39 dB (35 dB in Armory Crate)

Stiamo utilizzando uno smartphone CAT S61 con un modulo FLIR per le nostre letture termiche.

Per la connettività, sono presenti Wireless 6 e Bluetooth 5 tramite un chip Intel AX201 su questa unità, oltre a Gigabit Lan. La nostra unità ha funzionato bene sia vicino al router che a oltre 30 piedi di distanza con ostacoli intermedi, senza cadute o altri problemi.

Per quanto riguarda gli altoparlanti, ce ne sono alcuni che sparano attraverso tagli stretti sui lati laterali e sono abbastanza buoni. Asus includeva altoparlanti fisicamente più grandi rispetto alle loro lineup ROG Zephyrus e, di conseguenza, abbiamo misurato alti volumi di 82-84 dB a livello della testa (sul profilo Music in Audio Wizard), e il suono esce pulito e abbastanza esteso l’estremità inferiore, per un laptop da gioco. Dovrai comunque utilizzare le cuffie per coprire correttamente il rumore della ventola su Turbo.

Per quanto riguarda la fotocamera, non ce n’è su questo laptop, ma ci sono un paio di microfoni nella parte inferiore dello schermo. Una webcam FHD esterna potrebbe essere fornita in bundle in alcune regioni, ma non è inclusa ovunque.

Durata della batteria
C’è solo una batteria da 66 Wh all’interno di questo ROG Strix Scar 17, quindi non sorprende che non durerà molto a lungo con una carica, anche con Optimus.

Asus si è assicurato che lo schermo passasse automaticamente a 60 Hz quando si scollega il laptop, e questo aiuta un bel po ‘con l’autonomia. Inoltre, suggerirei anche di disattivare la barra luminosa e il logo ROG retroilluminato quando vogliamo massimizzare l’autonomia, come abbiamo fatto nei nostri test.

Ecco cosa abbiamo ottenuto sulla nostra unità, con la luminosità dello schermo impostata a circa 120 nit (60%):

15 W (~ 4+ di utilizzo) – modifica del testo in Google Drive, modalità silenziosa, schermo al 60%, Wi-Fi attivo;
15,5 W (~ 4 + h di utilizzo) – Video a schermo intero 1080p su Youtube in Edge, modalità silenziosa, schermo al 60%, Wi-Fi ON;
14 W (~ 4 ore e 30 min di utilizzo) – Netflix a schermo intero in Edge, modalità silenziosa, schermo al 60%, Wi-Fi ON;


22 W (~ 3 ore di utilizzo) – navigazione in Edge, modalità Performance, schermo al 60%, Wi-Fi ON;
70 W (~ 50 min di utilizzo) – Giochi – Witcher 3, modalità Performance, schermo al 60%, Wi-Fi attivo, nessun limite di fps.
Asus accoppia il lapto

p con un power-brick abbastanza grosso da 280 W, che pesa 0,92 chili con i cavi inclusi in questa versione americana. Dovrai praticamente portarlo con te ovunque, poiché la ricarica USB-C non è un’opzione qui.

Prezzo e disponibilità
Il ROG Scar 17 2020 è elencato in alcune aree del mondo al momento di questo articolo.

La variante RTX 2080 Super testata qui, ma con il processore i9-10980HK, parte da $ 2999 negli Stati Uniti e circa 3500 EUR in Germania.

Un modello i9-10980HK abbinato alla grafica RTX 2070 Super 115W (Scar 17 G732LWS) è anche elencato da $ 2699, o 3000 EUR qui.

Segui questo link per le configurazioni e i prezzi aggiornati nella tua regione nel momento in cui leggi questo articolo.

Pensieri finali
Sulla carta, il ROG Scar 17 del 2020 è un downgrade in termini di specifiche e prestazioni rispetto al ROG G703 del 2019 che sta sostituendo, in quanto non ha più una GPU da 200 W, un processore da 100 W +, 4 stick di RAM, una grande batteria o GSync.

Allo stesso tempo, tuttavia, si tratta di un laptop molto più portatile che richiede solo un singolo power-brick a pieno carico, e continua a sovraperformare la maggior parte dei notebook da gioco. Metteremo i due fianco a fianco in un prossimo articolo, ma per la maggior parte, la Scar 17 2020 è una stretta corrispondenza con il modello precedente nei carichi combinati, e perde solo nelle impegnative faccende CPU, dove l’i9 nel precedente l’implementazione potrebbe funzionare costantemente a circa 180 W su Turbo, con l’assorbimento di potenza e i livelli di rumore associati.

Il modello 2020 funziona anche più silenziosamente del G703 a tutto volume e il suo telaio si mantiene fresco con giochi e altri carichi faticosi. Diamine, è anche un solido performer sul profilo Silent, con le ventole che girano sotto i 40 dB, dove quasi corrisponde a quello che molti degli altri laptop da gioco di alto livello possono fare sui loro profili Turbo.

Ma c’è un problema: è necessario sollevare questo laptop dalla scrivania per consentire il corretto flusso d’aria nelle ventole e nei radiatori. Per qualche ragione, Asus ha implementato piedini in gomma molto sottili su questo laptop, che sono alti circa 2 mm, e questo sta soffocando il modulo termico e provoca il surriscaldamento dell’hardware. Se sei disposto a “modificare” questo aspetto, ROG Scar 17 in questa implementazione RTX 2080 Super 150W potrebbe essere il notebook da gioco più versatile della sua generazione, consentendo prestazioni eccellenti su Turbo e un equilibrio senza pari di framerate e rumore ridotto su Silent.

Naturalmente, ci sono anche un paio di aspetti da considerare qui, come la mancanza di alcune funzionalità (biometria, webcam, Thunderbolt 3, lettore di schede, GSync), l’autonomia limitata con la batteria e il prezzo di $ 3000. Se le prestazioni di gioco sono ciò che stai cercando principalmente e se questo rientra nel tuo budget, mi aspetto che ROG Strix Scar 17 faccia del tuo bene. Altrimenti, potresti esaminare laptop da 17 pollici con specifiche inferiori e più convenienti, come Alienware Area 51, Gigabyte Aorus 17, MSI GE75 Raider o le versioni ROG Scar 17 di livello inferiore o le loro versioni più compatte da 15 pollici alternative, tra cui ROG Strix Scar 15 di Asus.

Con questo in mente, concluderemo questa recensione qui, ma mi piacerebbe sapere cosa ne pensi di questo taccuino, quindi mettiti in contatto con il tuo feedback o se hai domande su di loro.

ASUS ROG Strix SCAR 17 G732LW-EV033T,...
204 Recensioni
ASUS ROG Strix SCAR 17 G732LW-EV033T,...
  • Notebook con display ultra-responsive di livello gaming con frequenza di aggiornamento 144hz che fornisce immagini fluide e accurate
  • Tastiera rgb per-key con singoli tasti personalizzabili per una facile navigazione visiva verso i comandi e una lunga durata di sessioni di giochi

Lo Staff consiglia di leggere anche: