Android 12: funzionalità, modifiche nascoste, data di rilascio e tutto ciò che devi sapere

Android 12 è senza dubbio il più grande aggiornamento del sistema operativo da anni, e ora che siamo alla seconda beta pubblica, ciò significa che stiamo ottenendo un’immagine ancora più chiara di ciò che il finale software finirà come. 

È ancora molto un software beta – con un lancio ufficiale non previsto per un po’ di tempo ancora – quindi molto può ancora cambiare tra ora e il rilascio finale. Ma per ora, questo è tutto ciò che devi sapere su Android 12 nella sua forma attuale. 

Assicurati di ricontrollare anche perché Pocket-lint prevede di aggiornare questa guida con tutte le ultime notizie, perdite e rapporti.

Indice

Quando sarà disponibile Android 12?

  • Beta pubblica 2:  9 giugno 2021
  • Lancio ufficiale per i consumatori: intorno a settembre 2021

Google di solito segue uno schema: nei primi mesi dell’anno lancia un’anteprima per gli sviluppatori. Quest’anno non è diverso. L’anteprima per gli sviluppatori di Android 12 è disponibile da febbraio. È stato originariamente rilasciato il 18 febbraio 2021, prima che la seconda e la terza versione venissero lanciate rispettivamente a marzo e aprile. 

Non appena si è concluso il keynote di apertura di Google I/O , l’azienda ha reso disponibile per il download anche la prima beta pubblica , seguita dalla seconda all’inizio di giugno. La versione finale e completa di Android 12 probabilmente non riceverà un’implementazione ufficiale sui telefoni compatibili fino a settembre 2021.

Quali telefoni ottengono per primi Android 12?

  • I dispositivi Pixel ottengono prima Android 12
  • Il prossimo flagship Pixel verrà lanciato con esso
  • Dispositivi dei partner inclusi nella prima versione beta pubblica

Come di consueto, i primi telefoni a ottenere la beta pubblica sono stati i telefoni Pixel:

  • Pixel 3 e 3 XL
  • Pixel 3a e 3a XL
  • Pixel 4 e 4 XL
  • Pixel 4a e 4a (5G)
  • Pixel 5

Tuttavia, nel lancio iniziale sono stati inclusi anche i partner dei produttori di Android: 

  • Asus Zenfone 8
  • OnePlus 9 e OnePlus 9 Pro
  • Oppo Find X3 Pro (solo regioni specifiche)
  • Realme GT
  • Sharp (aggiornamento in arrivo)
  • Tecno Camon 17
  • TCL 20 e TCL 20 Pro 5G
  • Vivo iQOO 7 Legend 
  • Xiaomi Mi 11, Mi 11 Ultra, Mi 11i e Mi 11X Pro
  • ZTE Axon 30 Ultra 5G

Quando la versione finale e completa di Android 12 verrà rilasciata questo autunno, probabilmente verrà prima nello stesso elenco di dispositivi selezionati, inclusa la gamma Pixel di Google. 

Come ottenere la beta pubblica di Android 12?

La beta pubblica è una prima versione di Android 12 specifica per i test. Anche se funzionerà, non è consigliabile installarlo sul dispositivo principale. 

Se stai utilizzando uno dei dispositivi di terze parti approvati, puoi saperne di più qui . 

Perché si chiama Android 12?

  • Google ha confermato il nome nel 2020

Google ha annunciato lo scorso settembre tramite un post sul blog di Android Developers che la versione 2021 di Android si chiamerà Android 12.

L’obiettivo qui è rendere le cose più formali, quindi Google sta utilizzando un approccio numerato di base piuttosto che spingere i nomi dolci che usava in precedenza. Tuttavia, riteniamo che Android 12 si chiami anche Snow Cone: il moniker S appare brevemente nella barra di stato quando si avvia per la prima volta.

C’è qualcosa di nuovo in Android 12?

La risposta breve è: sì, molto. Quando sarà disponibile la versione ufficiale, ci saranno tutta una serie di modifiche tra cui una radicale revisione dell’interfaccia utente, oltre a nuove funzionalità di personalizzazione e privacy. Ecco alcune delle modifiche già presenti.

Blocca schermo orologio

La prima cosa che probabilmente noterai la prima volta che accendi un telefono con Android 12 è il nuovo orologio della schermata di blocco. Con il telefono privo di notifiche, un grande orologio digitale occupa un posto d’onore proprio al centro dello schermo.

Chiavi con codice PIN

Quando scorri per sbloccare il telefono, noterai un nuovo design per la tastiera con codice PIN. I ‘bottoni’ sono tondi, grandi e minimali con sfumature pastello. Sospettiamo che questo stesso design alla fine sarà presente anche sul combinatore telefonico.

Notifiche

Anche le notifiche hanno subito una revisione del design. Lo stile delle finestre di notifica è cambiato e vengono automaticamente raggruppate per app o separate se non sono conversazionali. 

Inoltre, c’è un nuovo e semplice controllo posticipa che è sufficiente toccare per posticipare, invece di dover scorrere sulla notifica. Quindi puoi posticipare notifiche specifiche per un determinato periodo di tempo.

Ombra impostazioni rapide 

Quando scendi dalle impostazioni rapide e dalle notifiche dalla parte superiore dello schermo, non vedrai più quei piccoli interruttori rotondi. Invece, sono stati sostituiti da controlli rettangolari molto più grandi, simili a quelli che abbiamo visto nel menu Power di Android 11 per il controllo dei dispositivi smarthome. 

Ciò che è interessante qui è la combinazione di colori. Con la beta 2 Google ha abilitato la funzione che gli consente di scegliere automaticamente un colore in base a qualsiasi sfondo tu abbia. Quindi, se il tuo sfondo è prevalentemente rosa/viola, lo sarà anche l’ombra delle impostazioni rapide. O verde, se lo sfondo è verde. E così via. 

Modifica del menu delle impostazioni 

Allo stesso modo, l’intero elenco delle impostazioni principali è stato semplificato in modo massiccio. Le etichette e le icone sono più grandi, mentre il sottotitolo aggiuntivo che elenca le funzionalità all’interno di quel menu non è più presente. Inoltre c’è un’elasticità dell’animazione quando raggiungi la parte superiore o inferiore dell’elenco che non appare in Android 11.  

Screenshot migliorati 

Fai uno screenshot e vai alla funzione di modifica/markup e ora puoi digitare il testo sugli screenshot in diversi colori dei caratteri. Inoltre, se lo desideri, puoi incollare alcuni emoji premendo la piccola icona dell’adesivo. Puoi ridimensionarli facilmente anche semplicemente pizzicando per ingrandire. 

Come nota a margine, ora puoi eliminare facilmente le miniature degli screenshot facendole scorrere fuori dallo schermo. Semplice. 

Condividi la modifica dell’immagine del foglio

Simile al contrassegno degli screenshot sopra, quando vai a condividere un file di immagine c’è una nuova opzione “Modifica” che ti consente di contrassegnare le immagini prima di inviarle. Basta aprire il menu di condivisione predefinito e toccare “altro” dove carica le altre app e ti offre l’opzione di modifica accanto a Condivisione nelle vicinanze sotto la miniatura dell’immagine. 

Dashboard sulla privacy

Una delle principali novità ufficiali è la Privacy Dashboard. Ti darà un facile accesso per vedere quali app hanno avuto accesso a determinate autorizzazioni. Che si tratti della fotocamera e del microfono o della posizione. Inoltre, quando avvii per la prima volta un’app e desideri accedere alla tua posizione, puoi decidere di farle accedere solo a una posizione approssimativa anziché precisa. 

Android 12 beta 2 ha anche aggiunto interruttori rapidi di accensione/spegnimento nel menu rapido delle sfumature che disabilitano il microfono, la posizione e la fotocamera in modo che nessuno possa accedervi. 

personalizzazione

Google ha lentamente migliorato le sue opzioni di tematizzazione e personalizzazione e con la prima anteprima per sviluppatori di Android 12 ora puoi personalizzare maggiormente la griglia della schermata Home. In sostanza, Google ha aggiunto un’altra opzione di griglia. Quindi ora puoi avere 4×5 e 4×4, 3×3, 2×2 e l’opzione predefinita. 

Interfaccia del lettore multimediale

Una delle modifiche più importanti dell’interfaccia utente è il widget di controllo multimediale aggiornato che appare nel menu a discesa quando si riproduce la musica. Google lo ha ingrandito, facendolo coprire quasi l’intera larghezza dello schermo e regolato il layout in modo che i controlli siano più vicini al centro dello schermo. Quando è attivo, occupa anche più spazio sulla schermata di blocco. 

Ora, se stai riproducendo la musica sul tuo telefono localmente, puoi toccare la piccola icona nell’angolo del widget e questo fa apparire una nuova finestra popup della posizione di riproduzione. Qui puoi regolare il volume della musica o accoppiare rapidamente un nuovo dispositivo come un paio di auricolari di un altoparlante Bluetooth. 

Menu di scelta rapida dell’app

Un’altra piccola modifica all’interfaccia si presenta sotto forma del nuovo menu di scelta rapida a comparsa che appare quando si tocca e si tiene premuta l’icona di un’app. Il menu è più grande, con ogni comando separato e occupando più spazio sullo schermo, probabilmente per renderlo più facile da usare per le persone. 

Condivisione nelle vicinanze per password Wi-Fi

Questa è una funzionalità potenzialmente utile che ti consente di condividere rapidamente i dettagli della tua rete WiFi con le persone nella tua stessa stanza. Quindi, mentre prima potevi condividere il tuo Wi-Fi utilizzando uno scanner di codici QR, se guardi sotto quello in Android 12 ora ottieni l’opzione che dice “Nelle vicinanze”. Toccalo, attiva Condivisione nelle vicinanze e cercherà i dispositivi vicino a te con cui condividere i dettagli. 

Widget Spazio persone

Il widget People Space è stato trapelato in anticipo e ti dà un prompt abbastanza grande che ti ricorda di entrare in contatto con le persone a cui tieni frequentemente. Attualmente è impostato su una dimensione 3×2, che è piuttosto grande, ma sospettiamo che sarà regolabile quando sarà ufficialmente disponibile. 

Modalità a una mano

Non era incluso nella prima anteprima, ma ora c’è una nuova modalità a una mano che puoi abilitare. Ha fatto la sua prima apparizione nella seconda anteprima per sviluppatori e potrebbe rendere molto più semplice l’utilizzo di telefoni con schermi più grandi in futuro. 

Nuovi controlli Picture-in-Picture

PiP è in circolazione su Android da un po’ e significa che puoi riprodurre un piccolo video mobile sullo schermo anche quando non sei nell’app video. I nuovi controlli consentono di ingrandire la finestra senza passare a schermo intero. 

Tocca due volte il gesto per i telefoni Pixel

Google sta lavorando con il gesto del doppio tocco sui telefoni Pixel con Android 12.

Quando abilitato puoi dare un rapido doppio tocco sul retro del telefono per fare uno screenshot, ma puoi programmarlo per fare anche altre cose. Può essere configurato anche per altre azioni, come avviare l’Assistente Google, mettere in pausa/riprendere la riproduzione multimediale, aprire l’area notifiche e aprire la visualizzazione delle app recenti.

Cosa non c’è ancora? 

Google ha annunciato una serie di nuove modifiche in arrivo su Android 12 quando sarà ufficiale. Allo stesso modo abbiamo visto perdite e voci che suggeriscono cosa potrebbe venire in futuro. Questi non sono attualmente nella prima beta pubblica

Un nuovo design

Android 12 sta ricevendo un design rinnovato e gran parte di ciò è la personalizzazione. Sarai in grado di creare le tue combinazioni personalizzate di colori per accenti, sfondi e così via. Sarai anche in grado di scegliere lo spessore del testo e lo spessore dei contorni attorno a icone e pulsanti. 

Screenshot scorrevole 

Le voci suggeriscono che Android 12 potrebbe introdurre alcune funzionalità familiari, con la modalità a una mano e lo screenshot a rotazione entrambi nell’elenco ed entrambe le funzionalità comuni dei telefoni Samsung. C’è anche il suggerimento che i proprietari di Pixel potrebbero ottenere una funzione di rotazione dello schermo basata sul viso per mantenere lo schermo puntato nella giusta direzione anche quando sei sdraiato.

Accesso più facile e sicuro ad “altri app store”

Google ha dichiarato in un post sul blog lo scorso autunno che Android 12 “renderà ancora più semplice per le persone l’utilizzo di altri app store sui propri dispositivi, facendo attenzione a non compromettere le misure di sicurezza che Android ha in atto”. significa, in particolare, o come funzionerà, ma presumiamo che sarai in grado di accedere rapidamente alle app in negozi di terze parti con il tuo dispositivo e che ci saranno protezioni di sicurezza in atto.POCKET-LANUGINE

Modalità di rete limitata

Mishaal Rahman di XDA Developer ha scavato nelle voci Gerrit di Android Open Source Project (AOSP) e ha notato menzioni di una nuova modalità di rete limitata. In particolare, una volta abilitata, la funzione consentirebbe alle app con un’autorizzazione “connettività per l’uso di reti limitate” di accedere alla rete. Altre app sul telefono senza tale autorizzazione non sarebbero in grado di inviare o ricevere dati.

Mishaal indica che questa autorizzazione può essere concessa solo alle app di sistema privilegiate firmate dall’OEM. Questo, quindi, non sembra essere un firewall configurabile a livello di sistema, ma ha comunque un interessante potenziale di casi d’uso. Immagina se Google offra un’opzione di impostazione rivolta all’utente per limitare l’accesso a Internet in base all’app. Tuttavia, non è ancora chiaro come Google potrebbe implementare la sua modalità Restricted Networking in Android 12.9TO5GOOGLE

Esperienza a schermo diviso in coppia di app

Android 11 offre un’esperienza a schermo diviso, in cui puoi aprire due app contemporaneamente sul tuo dispositivo. Per Android 12, 9to5Google ha affermato che Google sta lavorando a una versione migliorata chiamata App Pairs. Attualmente, lo schermo diviso “blocca” efficacemente un’app, ma il sistema App Pairs di Android 12 raggrupperà due app insieme come un’unica “attività” in modo che tu possa scegliere due delle tue app aperte di recente per diventare una coppia. Questa funzione è stata mostrata anche da XDA Gli sviluppatori dopo l’atterraggio dell’anteprima. 

Una volta accoppiato, dovresti essere in grado di alternare tra l’utilizzo di una singola app diversa e la coppia che hai creato. 9to5Google ha condiviso un mockup di come appare la funzione. (Puoi vederlo sopra. La sinistra è ora Android 11. La destra, tuttavia, mostra come la vista dei recenti tratta una coppia come un’attività congiunta.) Le coppie di app di Android 12 offrono anche un divisore per consentirti di regolare la quantità di lo schermo è utilizzato da un’app.

Aggiornamenti del sistema operativo direttamente dal Play Store

Android 12 potrebbe anche rendere più semplice per Google fornire direttamente gli aggiornamenti del sistema operativo. Gli sviluppatori XDA hanno notato che l’azienda prevede di aggiungere Android Runtime (ART) come modulo Mainline in Android 12, consentendo di inviare più aggiornamenti del sistema operativo tramite Google Play Store, anziché inviarli via etere. Ciò potrebbe comportare aggiornamenti più frequenti e meno interruzioni da parte dei produttori di telefoni.

“Iberna” le app inutilizzate per liberare spazio

Gli sviluppatori XDA hanno scoperto che Android 12 potrebbe avere una funzione che “iberna” le app aperte non attualmente in uso, rendendole meno energivore e liberando spazio. Sulla base delle modifiche al codice presentate ad AOSP , Google, in particolare, sta aggiungendo un nuovo sistema “che gestisce lo stato di ibernazione delle app, uno stato in cui le app possono entrare significa che non vengono utilizzate attivamente e possono essere ottimizzate per l’archiviazione”.

Android 12: cosa è successo finora?

Ecco tutto ciò che abbiamo sentito finora su Android 12.

9 giugno 2021: disponibile la beta pubblica 2

La seconda beta pubblica di Android 12 è stata lanciata ed è disponibile per il download. 

18 maggio 2021: è ufficiale! 

Android 12 è stato mostrato da Google e presenta una serie di modifiche e un nuovo look. 

17 marzo 2021: arriva la seconda anteprima per gli sviluppatori

Google ha rilasciato la prossima versione di anteprima per sviluppatori quasi esattamente un mese dopo la prima e ha introdotto alcune nuove funzionalità. 

18 febbraio 2021: Google rilascia la beta per sviluppatori di Android 12

Google ha reso disponibile la versione beta per sviluppatori di Android 12 per il download e l’installazione sui dispositivi Pixel. 

16 febbraio 2021: Android 12 Snow Cone potrebbe aggiungere funzionalità software che gli OEM offrono da anni

Le voci suggeriscono che Android 12 potrebbe introdurre un modello con una sola mano, screenshot a rotazione e potrebbe offrire ai proprietari di Pixel una funzione di rotazione dello schermo basata sul volto.

9 febbraio 2021: la possibile interfaccia di Android 12 trapela in anticipo, mostra il nuovo design del widget

Le immagini che si dice provengano dalla diapositiva che mostra le immagini di Android 12 sono trapelate, dandoci uno sguardo a ciò che potremmo aspettarci dal software.

25 gennaio 2021: Android 12 potrebbe aggiungere il gesto del doppio tocco per i Pixel

9to5Google ha affermato che Google sta lavorando per portare un gesto di doppio tocco sui telefoni Pixel con Android 12. Nome in codice Columbus, questo gesto può richiamare Google Assistant e può essere configurato per altre azioni. Devi solo fare un rapido doppio tocco sul retro del telefono per usarlo.

21 gennaio 2021: Android 12 impostato per migliorare lo schermo diviso con “App Pairs”

9to5Google ha affermato che Google sta lavorando a una versione rinnovata dello schermo diviso chiamato “App Pairs”.

19 gennaio 2021: Android 12 potrebbe consentire l’ibernazione delle app inutilizzate

Gli sviluppatori XDA hanno affermato che Google sta lavorando a una funzione di ibernazione delle app per liberare spazio per Android 12.

19 gennaio 2021: Google potrebbe introdurre una modalità di rete limitata con Android 12

Una manciata di commit uniti ad AOSP descrivono una nuova funzionalità di modalità di rete limitata possibilmente per Android 12.

25 novembre 2020: Google renderà Android Runtime (ART) un modulo Mainline

Gli sviluppatori XDA hanno affermato che Google prevede di includere Android Runtime (ART) come modulo Mainline aggiornabile in Android 12.

30 settembre 2020: Google parla già di modifiche ad Android 12

Non ci aspettavamo che la prima menzione di Google di Android 12 – la prossima iterazione di Android prevista nel 2021 – riguardasse gli app store e le tariffe.